F1 2011: Hulkenberg sceglie la Force India

da , il

    nico hulk

    Nico Hulkenberg ha deciso: la Force India è la scelta migliore. Il pilota tedesco, rimasto a piedi a fine stagione dopo un anno come pilota ufficiale alla Williams, sembra aver scelto il suo prossimo team per il 2011. Il nome del rookie di Emmerich am Rhein nelle ultime settimane è stato affiancato a diverse squadre, sia per un posto come prima guida che come collaudatore. E se al momento non c’è stata ancora nessuna comunicazione ufficiale da parte dei diretti interessati, Hulkenberg sembra aver deciso la squadra sulla quale puntare. Ora non resta che trovare il miglior accordo a Willi Weber, manager del giovane driver.

    FORCE INDIA F1. Nico Hulkenberg non ha alcuna intenzione di abbandonare la Formula1 e ora ha anche deciso dove vorrebbe sistemarsi all’interno del Circus. L’ex pilota della Williams, messo alla porta dopo che il team britannico gli ha preferito il fresco vincitore della GP2 Pastor Maldonado, è determinato a proseguire la sua carriera anche nella stagione 2011 e, per farlo, la Force India sembrerebbe il posto ideale. Il ventitreenne tedesco ha dichiarato che il team di proprietà del magnate indiano Vijay Mallya è la migliore opportunità tra quelle disponibili. Nella lista ufficiale presentata dalla FIA qualche settimana fa infatti, sono solamente cinque i team che ancora non hanno ufficializzato la propria formazione per il prossimo anno e i piloti in cerca di un sedile non sono pochi.

    NICO HULKENBERG. “La Force India è in cima alla lista per noi, ma sappiamo anche che ci sono altri piloti che mirano a quel posto”, ha fatto sapere Hulkenberg. “Per il momento siamo in contatto con il team e attendiamo di vedere gli sviluppi. Non è un segreto che i posti buoni rimasti a disposizione sono pochi, ma non ho intenzione di mollare e vogliamo portare a casa un contratto al più presto, speriamo entro Natale”. Hulkenberg ha quindi parlato della sua vecchia squadra, la Williams, alla quale ha regalato la pole position del gran premio del Brasile, ammettendo di essere rimasto sorpreso nell’apprendere la scelta di sostituirlo con un altro pilota, vista la sua performance ad Interlagos.

    WILLIAMS F1. “Quella pole è stato un episodio che alla Williams non vedevano da anni, ma purtroppo un giro non cambia il corso della storia. C’erano già stati dei segnali prima, che qualcosa non andava, perché il team improvvisamente aveva cancellato ogni discussione in merito al contratto, dicendomi che ne avremmo parlato più avanti: tuttavia mi sarebbe piaciuto rimanere con loro”. E in merito alla scelta del nuovo pilota, il venezuelano Maldonado, Hulkenberg non fa mistero del proprio pensiero: “Da fuori non è facile capire, ma devono esserci stati dei motivi per i quali la squadra si è mossa in quella direzione”. I soliti motivi che ultimamente fanno girare il toto-piloti all’interno del Circus, ovvero i soldi…