F1 2011 in Malesia: Schumacher vede un’altra Mercedes GP

Formula 1 2011: Michael Schumacher e Nico Rosberg guardano con ottimismo il prossimo Gran Premo di Malesia dove pensano di trovare una Mercedes GP in gran forma

da , il

    michael schumacher mercedes gp malesia 2011

    Michael Schumacher, Nico Rosberg e tutta la Mercedes GP pensano positivo in vista del prossimo Gran Premio di Malesia. Il risultato del primo evento dell’anno, il GP d’Australia, non rispecchia il reale potenziale delle vettura costruita a Brackley e l’approdo su un circuito dalle caratteristiche più tradizionali potrebbe aiutare i tedeschi ad accrescere la loro competitività. La speranza di Ross Brawn è del tutto simile a quella del team Ferrari. Entrambe le scuderie hanno messo in posizione stand-by la delusione. Prima di deprimersi, vogliono la prova d’appello.

    MICHAEL SCHUMACHER. Il sette volte iridato parla di un team Mercedes GP che si avvicina al Gran Premio di Malesia di F1 2011 con atteggiamento combattivo. La compagine tedesca vuole riscattare immediatamente la brutta figura rimediata in Australia e crede che Sepang sia la location giusta. “C’è grande voglia di riscatto, ed è ancora troppo presto per tagliarci fuori dalla lotta mondiale - ha detto Schumacher – L’umore del team è assolutamente positivo e tutti sono pronti a combattere. Mi aspetto un weekend migliore per noi”.

    NICO ROSBERG. Al pari del suo compagno di squadra, Nico Rosberg non ha visto la bandiera a scacchi di Melbourne per essere stato colpito da un avversario. In ogni caso, il mezzo a sua disposizione non era minimamente in grado di portarlo nei quartieri alti ai quali avrebbe aspirato. “Abbiamo avuto un weekend difficile in Australia, ma il team ha lavorato sodo e siamo fiduciosi che la vettura possa esprimersi meglio in Malesia. Melbourne è un circuito atipico, sappiamo che avremo un quadro migliore sul nostro profilo prestazionale nelle prossime gare”, ha dichiarato Rosberg. “Penso che saremo in grado di sorprendere - ha aggiunto – Sappiamo che la macchina è molto veloce. Dobbiamo lavorare per tirare fuori tutto il potenziale”.