F1 2011, incidente Kubica: migliorano le sue condizioni e arriva la visita di Briatore

Migliorano le condizioni di Robert Kubica, gravemente ferito nella mattinata di domenica, durante il Rally Ronde di Andora

da , il

    r kubica

    Robert Kubica si è svegliato e ha chiesto notizie del suo copilota. Il driver della Lotus Renault, rimasto coinvolto in un bruttissimo incidente nella mattinata di domenica, ha aperto gli occhi dopo ben sette ore di intervento, durante il quale i medici dell’ospedale di Santa Corona di Pietra Ligure hanno tentato l’impossibile per salvargli la mano destra, praticamente spappolata dopo il forte impatto con il guard rail, avvenuto nel corso della prima prova speciale del Rally Ronde di Andora. Considerata la gravità dell’incidente, il pilota polacco ha reagito molto bene alle prime cure ed entro una settimana potrà essere sottoposto a un secondo intervento per intervenire sul gomito fratturato e sull’omero. Intanto in ospedale cominciano le visite…

    INCIDENTE KUBICA. Sta meglio Robert Kubica dopo il gravissimo incidente di cui è stato protagonista domenica mattina, mentre si trovava al volante della sua Skoda Fabia Super2000 per disputare la prima prova speciale del Rally Ronde di Andora. All’inizio si è temuto il peggio per il pilota della Lotus Renault che, seppur cosciente e subito soccorso dal personale medico, è arrivato all’ospedale di Santa Corona di Pietra Ligure in pessime condizioni. Entrato in sala operatoria verso le 14.00, il giovane polacco è stato sottoposto a un delicatissimo intervento, durato ben sette ore, per fermare l’emorragia interna e salvargli la mano destra, che rischiava di essere amputata. Kubica ha riportato anche altre importanti fratture, per questo verrà nuovamente rioperato entro una settimana, ma l’ottima reazione al primo intervento lasciano ben sperare.

    FLAVIO BRIATORE. Nella giornata di lunedì il ventiseienne di Cracovia si è svegliato più volte: per prima cosa ha chiesto notizie del suo copilota, Jakub Gerber, che è rimasto illeso nonostante il forte impatto, poi ha parlato con i parenti, arrivati dalla Polonia nella serata di domenica, e scherzato con Flavio Briatore, ex team principal della Renault, che si è detto convinto di un ritorno di Kubica in pista già entro la fine della stagione 2011. “L’ho visto tranquillo”, ha raccontato il manager italiano. “Era sorpreso di vedermi lì… Tornare a correre è l’unica cosa che vuole, ha una motivazione incredibile: questi ragazzi hanno un fisico eccezionale, i tempi dei medici sono per gente normale, ma i piloti sono diversi e sono sicuro che tornerà presto. Appena me ne sono andato ho chiamato Fernando Alonso, che ieri non era riuscito a vederlo, e poi anche Bernie Ecclestone, che era preoccupato”.

    ROBERT KUBICA. Difficile dire se e quando Kubica potrà tornare a guidare una monoposto di Formula1… poco dopo l’intervento i medici hanno parlato di almeno un anno di riabilitazione data la complessità delle lesioni, ma è anche vero che il giovane pilota sta reagendo bene. “Le sue condizioni sono migliorate, sono buone considerato l’incidente. Non sono intervenute infezioni nella fase post-operatoria. L’arto è ben vascolarizzato e i parametri vitali sono tutti nella norma. C’è una buona evoluzione clinica, considerati i forti traumi subiti. Allo stato attuale siamo fiduciosi sull’evoluzione del quadro clinico”, ha spiegato il dottor Giorgio Barabino, direttore del reparto di Rianimazione. Kubica dovrà stare in terapia intensiva tra le 48 e le 72 ore, nel corse delle quali saranno svolti tutti gli accertamenti sulla funzionalità del braccio e della mano. Sui tempi di recupero, dopo questa prima giornata siamo ottimisti. Oggi il pilota è sempre stato sveglio e cosciente, anche se accusa il dolore. Nonostante fosse sedato ha parlato ancora con il suo manager e con il personale dell’ospedale”.

    Prossimo bollettino medico: martedì mattina alle ore 11.