F1 2011, incidente Kubica: rischio amputazione di un arto

Dopo il gravissimo incidente avvenuto nella mattinata di domenica al Rally Ronde di Andora, Robert Kubica rischia l'amputazione di un arto

da , il

    SkodaFabia Kubica

    È ancora in sala operatoria Robert Kubica, dopo il tragico incidente che l’ha visto protagonista nella prima mattinata di domenica in provincia di Savona, mentre era impegnato nelle prove speciali del Rally Ronde di Andora. Il pilota della Lotus Renault ha riportato delle lesioni molto gravi, in particolare al femore e alla mano destra. Si parla di possibile amputazione di uno degli arti. Il giovane polacco è ricoverato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dal quale tifosi e appassionati attendono notizie di uno dei driver più simpatici e genuini del Circus. Verso le 16.30 il manager di Kubica, Daniele Morelli, sarà a disposizione della stampa all’ingresso della struttura ospedaliera per un comunicato ufficiale.

    ROBERT KUBICA. Il pilota della Lotus Renault è rimasto gravemente ferito intorno alle 8.30 di domenica mattina, mentre si trovava al volante della sua Skoda Fabia Super2000. Secondo i primi riscontri, l’incidente sarebbe stato conseguenza dell’asfalto bagnato e di un rialzamento nello stesso a causa di una radice: l’auto avrebbe perso aderenza in curva, girandosi di 80 gradi e schiantandosi prima contro il guard rail dal lato sinistro, quindi contro il muro di una chiesetta. Immediati i soccorsi per il polacco ventiseienne, che è arrivato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure in gravissime condizioni ma cosciente. Da subito si è parlato di lesioni molto importanti a una gamba ed in particolare alla mano destra: Kubica è quindi entrato in sala operatoria poco prima delle 14.00, dove i medici stanno tentando di ridurre le fratture e l’emorragia interna del driver di Cracovia. Secondo le prime indiscrezioni il pilota ufficiale della Lotus Renault rischia la perdita della mano destra: se così fosse la carriera del promettente pilota del Circus sarebbe definitivamente arrivata al capolinea.

    RALLY RONDE DI ANDORA. Kubica, appassionato di rally e spesso impegnato a correre in questa categoria nelle pause concessigli dalla Formula1, era arrivato ad Andora nella giornata di venerdì, dove aveva trascorso alcune serate con degli amici prima di montare al volante della Skoda Fabia con la quale si era iscritto al rally savonese. Con la stessa vettura avrebbe poi dovuto disputare anche il Rally di Montecarlo ma la Lotus Renault aveva imposto al suo pilota di rinunciare alla gara monegasca. Dopo Andora e una breve vacanza, Kubica sarebbe così volato a Jerez de la Frontera per la seconda sessione di test ufficiali in programma prima del via al mondiale 2011 di Formula1, il 13 marzo in Bahrain.

    SENNA, SOSTITUO UFFICIALE? Secondo le prime indiscrezioni, il sostituto del giovane pilota polacco per questa stagione di Formula1 quasi alle porte, potrebbe essere Bruno Senna, già pilota della HRT nel suo anno d’esordio, il 2010, e promosso a collaudatore a inizio 2011 al fianco dei già confermati Romain Grosjean, Jan Charouz, Ho-Ping Tung e Fairuz Fauzy. Senna, che nella sua stagione da rookie è rimasto sempre nell’ombra, sarebbe infatti l’unico del quintetto ad avere già un passato in Formula1 alle spalle e proprio la scorsa settimana, alla domanda su chi tra il gruppo delle giovani promesse sarebbe stata la prima scelta per un’eventuale sostituzione, il team principal Eric Boullier aveva indicato il nipote del grande Ayrton come il candidato più probabile. Se Kubica non potesse realmente prendere più parte all’intero mondiale, il team di Enstone potrebbe però optare per un pilota con maggiore esperienza.

    Foto: twitpic.com