F1 2011: la Mercedes GP cambia tattica e si prepara a vincere

Dopo la buona performance messa a segno nel GP della Cina, la Mercedes GP si prepara a combattere con i big delle prime file anche nel prossimo appuntamento in Turchia

da , il

    mercedesGP2011

    Mancano poco meno di due settimane al quarto appuntamento del mondiale 2011 di Formula1, il gran premio di Turchia, e la Mercedes GP, forte della sua ultima performance nella gara di Shanghai, assicura di essere pronta a mettere a segno un altro weekend da protagonista a fianco dei big di questa stagione 2011. Almeno secondo quanto riferisce Norbert Haug, boss della sezione motor sport del team tedesco, che assicura che la MGP W02 è pronta per piazzarsi con regolarità ai piani alti della classifica.

    MERCEDES GP. Se pensate che Red Bull, McLaren e Ferrari saranno le protagoniste indiscusse di questa stagione 2011 vi sbagliate. Accanto ai big, a contendersi la vetta della classifica, quest’anno ci sarà pure la Mercedes GP. Parola di Norbert Haugh, il vice-presidente per le attività sportive della casa tedesca che, forte dell’ottima performance messa a segno nell’ultima gara in Cina, si prepara a contendersi la scena nelle prime file in vista del prossimo appuntamento in Turchia. A Shanghai, Nico Rosberg è rimasto al comando della gara per diversi giri lottando inoltre per il podio nelle fasi conclusive della gara e chiudendo poi in quinta posizione. Segno che la MGP W02 made in Brackley è pronta a tenere il passo dei propri avversari.

    NORBERT HAUG. “Onestamente non posso promettere che ci ripeteremo in Turchia”, ha dichiarato il boss della Mercedes GP ad Autosport. “Ma la cosa più importante è trovare la chiave per sbloccare la velocità. La velocità c’è. La nostra performance in Cina ne è stata la prova”. La Mercedes GP ha ammesso che parte del risultato ottenuto a Shanghai è stato frutto di un importante incontro tra il team principal della squadra, Ross Brawn, e gli ingegneri, riunitisi prima del weekend di gara per analizzare l’andamento iniziale della stagione. Il team ha così deciso di adottare un approccio differente per il programma del fine settimana, lavorando su come trarre il massimo vantaggio dalla strategia delle gomme. “Sarei stato più felice se la Cina fosse stata la prima gara”, ha proseguito Haug, “ma l’importante è che ora abbiamo una miglior consapevolezza della nostra vettura”.