F1 2011, Lauda: ala mobile idea stupida

Formula 1 2011: Niki Lauda interviene nel dibattito sull'ala mobile posteriore e la critica apertamente definendola stupida

da , il

    ala mobile formula 1

    L’ala mobile posteriore che ha fatto ingresso in Formula 1 quest’anno è una delle idee più stupide che si siano mai viste. Questo è il parere del tre volte campione del mondo Niki Lauda. L’ex pilota austriaco attacca duramente la decisione della FIA di dare ai piloti un’opportunità di sorpasso in più tramite un sistema che si può utilizzare solo in un determinato tratto di pista e solo a condizione che il pilota che sta dietro abbiamo un distacco inferiore al secondo di tempo da quello davanti.

    F1 2011. L’ala mobile posteriore è sicuramente la novità più curiosa della stagione 2011 di Formula 1. In Australia si è potuto apprezzare qualche beneficio, soprattutto quando le monoposto erano meno cariche di benzina e quindi più leggere. A Niki Lauda, però, la cosa non è piaciuta e definisce il marchingegno “l’idea più stupida mai concepita”. La più stupida di tutte fra quelle mai partorite dalla mente dei capi della Formula 1. “Il sorpasso è qualcosa che dovrebbe essere deciso dai piloti, non dalla FIA con luci verdi all’interno dell’abitacolo che dicono loro di piegare le ali verso l’alto o verso il basso”, ha spiegato.

    SEBASTIAN VETTEL. Per un campione del passato che parla delle regole del presente, c’è un campione del presente che parla delle regole del futuro. Sebastian Vettel si unisce al lungo coro dei contrari al nuovo motore 4 cilindri che dovrebbe debuttare a partire dalla stagione 2013. “Io metterei un motore V12 nelle vetture. Sono contrario a tutte le proposte di passare ai quattro cilindri.” Allineandosi alle perplessità di Ecclestone sul rischio di un suono non all’altezza della F1, il pilota Red Bull ha aggiunto:“Io sicuramente sono favorevole ad avere un sacco di potenza, un bel suono, una macchina brutale in modo da dover superare se stessi ogni volta che si torna in macchina.”