F1 2011, Lotus: Heidfeld rischia l’appiedamento

Formula 1 2011: Nick Heidfeld potrebbe non correre il prossimo Gran Premio del Belgio

da , il

    fuoco incendo lotus renault heidfeld ungheria 2011

    C’è qualcuno che scommette: Nick Heidfeld non prenderà parte al prossimo Gran Premio del Belgio di Formula 1. I rapporti tra il pilota tedesco e la scuderia Lotus Renault sono decisamente tesi. Già un mese fa ne parlammo. Non è solo una questione di insoddisfazione del datore di lavoro per i non brillantissimi risultati ottenuti dal pilota. C’entrano anche questioni di sponsor. Come è sempre ovvio in questi casi. Secondo voci piuttosto accreditate, Bruno Senna sarebbe pronto a subentrare a fianco di Vitaly Petrov sul circuito di Spa-Francorchamps.

    NICK HEIDFELD. Nick Heidfeld, pilota ingaggiato come supplente dell’infortunato Robert Kubica, sarà costretto a lasciare il proprio sedile non al rientrante polacco ma ad un Bruno Senna qualunque. I ricchi sponsor del brasiliano stanno riuscendo a convincere i capi del team Lotus Renault e, con molta probabilità, l’avvicendamento potrebbe arrivare già nel prossimo Gran Premio del Belgio. Informato del pericolo incombente, Heidfeld non è rimasto impassibile ed ha replicato minacciando un’eventuale azione legale qualora fosse costretto a farsi da parte per un pilota che non sia il titolare Kubica. Dalla sua, il tedesco ha i risultati: probabilmente non esaltanti, sicuramente migliori di quelli del compagno di squadra Vitaly Petrov.

    LOTUS RENAULT. Dal team di Eric Boullier non arrivano ancora dichiarazioni in merito alla formazione piloti per il GP del Belgio. Sorprende, però, a tal proposito, che non si facciano i loro nomi neanche nei comunicati ufficiali. La scuderia di Enstone preferisce dilungarsi nello spiegare i benefici degli scarichi all’anteriore raccontando che, nonostante l’incendio nel GP d’Ungheria, i tecnici continueranno ad evolvere questa soluzione fino a fine stagione:“Crediamo che abbiamo ancora un grosso potenziale – ha afferamto Boullier – Questa idea è nata dall’analisi dei vantaggi e degli svantaggi fatta in galleria del vento. A Silverstone abbiamo provato una configurazione più tradizionale solo in previsione di un eventuale divieto”. Divieto che arriverà, lo ricordiamo, nel 2012.