F1 2011, Lotus Renault: prossimo podio, in Malesia

Dopo il terzo posto di Vitaly Petrov nel gran premio d'Australia, la Lotus Renault confida in un altro podio in vista del prossimo appuntamento in Malesia

da , il

    vitaly2011

    Dopo il terzo posto per Vitaly Petrov e la Lotus Renault nella gara inaugurale del mondiale 2011 di Formula1, il team di Eric Boullier, incoraggiato dall’ottima performance del russo e della sua monoposto, confida in un altro risultato positivo in vista del prossimo appuntamento in Malesia. Dopo i momenti difficili conseguenti allo spaventoso incidente di Robert Kubica, a Enstone il morale della squadra si è così risollevato grazie a un inizio di stagione decisamente incoraggiante, e chissà che il giovane Petrov riesca a non farci sentire troppo la mancanza del bravo e sfortunato compagno di squadra polacco.

    F1 2011. Si spengono i riflettori sul gran premio d’Australia, tappa inaugurale del mondiale 2011 di Formula1, e la Lotus Renault festeggia il suo primo podio stagionale grazie all’ottima performance del russo Vitaly Petrov, che ha tagliato il traguardo in terza posizione. Il team capitanato da Eric Boullier, che a poco più di un mese dall’inizio del campionato ha visto coinvolto in un gravissimo incidente la propria punta di diamante Robert Kubica, grazie a un inizio incoraggiante spera di ripetersi anche nella prossima tappa, in programma il prossimo 10 aprile in Malesia.

    ERIC BOULLIER. “Sono fiducioso”, ha dichiarato il team principal della Lotus Renault, “e penso che in Malesia riusciremo a bissare il nostro primo successo: per la prossima gara abbiamo in programma degli aggiornamenti alla vettura”. In pista la Lotus Renault ha infatti mostrato un ottimo passo gara, grazie all’innovativo sistema di scarichi frontali e, all’Albert Park, Petrov ha tenuto dietro una Ferrari con un Alonso inferocito, memore dell’ultima gara del 2010 in cui il russo non gli ha mai lasciato spazio, facendogli così bruciare un titolo iridato praticamente già in tasca… La Lotus Renault si appresta dunque a diventare una rivale con la “r” maiuscola per i top team? “Non credo siamo lontani dall’essere anche più veloci della Ferrari, ha osato Boullier. “James mi ha convinto”, ha spiegato il boss francese riferendosi al direttore tecnico Allison, elogiandone l’ottimo lavoro messo a punto per l’elaborazione del sistema innovativo e per aver creduto nello sviluppo dello stesso.