F1 2011, Massa: Alonso è stato migliore ma nel 2011 voglio vincere io

Formula 1 2011: Felipe Massa parla al Wrooom 2011 e spiega che per la nuova stagione di F1 proverà a vincere il titolo mondiale puntando sulla fiducia che la squadra ha ancora in lui

da , il

    felipe massa wrooom f1 2011

    E’ un Felipe Massa combattivo quello che parla al Wrooom 2011 . Il pilota Ferrari si mostra estremamente motivato a fare bene e, dopo una stagione andata nettamente al di sotto delle aspettative sue, della squadra, dei tifosi, spiega di sentirsi pronto alla rivincita. Il passato è archiviato. Adesso, sebbene ci sia un compagno di box scomodo come Fernando Alonso , il pilotino di San Paolo vuole lottare per il titolo mondiale e vincere delle gare. Ci riuscirà o dovremo archiviare questi intenti come le solite dichiarazioni del pre-stagione?

    FELIPE MASSA. Il brasiliano, come si suol dire, è bello carico. Con l’addio di Luca Badoer, per 13 anni in rosso, è diventato lui il più anziano pilota della famiglia Ferrari. “Il mio obiettivo per questa stagione è semplice: vincere delle gare e lottare per il titolo. So bene che, l’anno scorso, le cose non sono andate bene ma è il passato: sono fiducioso di poter tornare a lottare per il vertice e io non ho in mente altro che questo”, ha dichiarato nella sua conferenza stampa al Wrooom.

    ALONSO, IL MIGLIORE. Massa ha spiegato di non essersi trovato a suo agio con gli pneumatici Bridgestone del 2010 che si sono rivelati molto diversi da quelli del 2009. Il pilota Ferrari rispedisce al mittente, invece, le accuse di scarso impegno:“Non ci sono mai stati problemi di motivazione, nemmeno dopo un weekend difficile come quello di Hockenheim”. Inevitabile un commento su Alonso che lo ha suonato alla grande. “Fernando è stato migliore di me ma io conosco le mie potenzialità e so che la squadra crede in me. In passato – ricorda Massa – ho sempre avuto dei compagni di squadra molto forti, come Michael e Kimi, ma non mi ero mai trovato nella situazione di non essere a posto con la vettura come è stato nel 2010″.

    FERRARI. Massa ha ribadito che la Ferrari crede in lui e questo è ciò che conta. Le critiche arrivano dall’esterno e lasciano il tempo che trovano. Così come la pressione psicologica che generano. In tal senso, il brasiliano si prende il lusso di dirsi abituato:“La pressione l’ho sempre sentita nella mia carriera, anzi sono il primo a mettermela addosso – ha detto – Quella dall’esterno si percepisce ma è molto meno importante. Quello che conta - ha aggiunto – è che io sento la fiducia e il rispetto che la Ferrari ha per me. Quello che conta è che sono consapevole che, se riuscirò ad avere una macchina che si adatta alle mie caratteristiche, allora potrò essere lì a lottare per il titolo.”