F1 2011, McLaren: prossimo obiettivo, dominare le qualifiche

Lewis Hamilton ha vinto il gran premio della Cina e messo un freno al dominio di Sebastian Vettel e della Red Bull, ma la McLaren non si accontenta: il prossimo obiettivo è dominare anche in qualifica

da , il

    lewis sepang

    Lewis Hamilton scalza Sebastian Vettel dal gradino più alto del podio e si aggiudica la sua prima vittoria stagionale nel gran premio della Cina. Il fenomeno anglo caraibico indovina partenza e strategia e apre uno spiraglio in un mondiale che già sembrava destinato ad un monologo da parte del campione del mondo in carica al volante di una monoposto di un altro livello. Invece da Woking è arrivata la “sorpresa”, con una McLaren che ad ogni tappa si è dimostrata sempre più competitiva e capace di stare al passo con i rivali austriaci. Una vittoria però non basta e, in attesa della prossima gara in Turchia, gli inglesi fissano il loro prossimo obiettivo: dominare fin dalle qualifiche.

    GP TURCHIA F1. Cala il sipario sul gran premio della Cina e la McLaren si rimette al lavoro per cercare di colmare il gap che la separa dalla sua rivale numero uno: la Red Bull. Dopo la splendida vittoria di Lewis Hamilton sul circuito di Sepang, le distanze tra i bibitari e le frecce d’argento si sono accorciate ulteriormente, anche se a Woking mantengono l’aplomb inglese che li contraddistingue e non si lasciano andare a facili entusiasmi. Il mondiale è ancora lunghissimo e i rivali di Milton Keynes di certo non hanno rallentato. Nelle prossime settimane dunque tutte le forze saranno concentrate sul prossimo gran premio di Turchia, dove la squadra capitanata da Whitmarsh ha in programma di portare in pista nuovi aggiornamenti decisivi.

    MARTIN WHITMARSH. “Dobbiamo migliorare il nostro passo in qualifica per riuscire ad acciuffare la Red Bull, ha dichiarato il boss della McLaren, che nonostante gli ottimi progressi fatti e nonostante anche gli altri team abbiano dimostrato di potersi avvicinare ai rivali del bibitone in occasione dell’ultimo appuntamento cinese, non si illude che gli austriaci siano così vicini. “Il passo gara è abbastanza simile, ma vogliamo riuscire ad essere davanti su più fronti. Abbiamo due grandi piloti e un ottimo team che ha risposto bene a un inizio di stagione non facile: sono molto fiero di loro. Ma la stagione è ancora molto lunga”.

    MCLAREN F1. E dopo le migliorie al fondo e gli aggiornamenti a diffusore e scarico portati in pista a Sepang, la McLaren si prepara a mettere in atto ulteriori progressi in vista della tappa di Istanbul. “Proveremo tutto quello che c’è da provare”, ha proseguito Whitmarsh. “Ci sono diversi elementi sui quali ci stiamo concentrando ma il loro utilizzo dipende da molti fattori. Dovremo attendere il venerdì mattina in Turchia per sapere davvero che cosa abbiamo. Per ora la Red Bull non è sparita nel nulla, anzi, ad ogni gara è stata messa sotto pressione: quest’anno è iniziato nel modo giusto ma dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro e, se riusciremo a rendere la macchina più veloce, potremo scontrarci faccia a faccia con loro. Ma non dimentichiamoci degli altri team che ci rincorrono con molta tenacia… ”.