F1 2011: Mercedes GP la più veloce in rettilineo

Formula 1 2011: la Mercedes GP pronta ad un decisivo salto di qualità

da , il

    mercedes gp michael schumacher

    Finalmente arriva qualche buona notizia anche sul fronte Mercedes GP. La vettura di Michael Schumacher e Nico Rosberg si è rivelata la più veloce degli ultimi test, in termini assoluti, quanto a numerino apparso sul tachimetro a fine rettilineo di Barcellona. Questo fatto ha dato nuovo entusiasmo ai depressi uomini di Brackley. E pure il pessimista Norbert Haug cambia registro e dichiara:“Le frecce d’argento vi sorprenderanno”.

    MERCEDES GP. La Ferrari ha vinto il premio di auto più affidabile dei test invernali. Sempre grazie ai tedeschi di Auto Motor und Sport scopriamo che la Mercedes GP è la più veloce in rettilineo. La notizia non va isolata dal contesto di crescita nel quale sta viaggiando il team di Brackley. Pochi giorni fa Norbert Haug dichiarava in modo disarmante che Schumacher e Rosberg avrebbero faticato ad entrare nei primi dieci. Adesso, analizzati meglio i dati e rinfrancato dal miglioramento del feeling con le nuove gomme Pirelli, il boss Mercedes Motorsport vede la luce in fondo al tunnel:“Siamo stati in grado di fare molti giri, così abbiamo capito meglio sia la macchina che le gomme. Di conseguenza sono scesi anche i tempi – ha detto Haug lasciando i giornalisti con una frase d’effetto – Se tutto funzionerà a dovere, le frecce d’argento vi sorprenderanno.”

    MICHAEL SCHUMACHER. Il sette volte iridato torna a parlare dei problemi legati all’età. Lo fa in risposta a Nico Rosberg il quale, per non inferire sul mito, ha recentemente sostenuto che il calo delle sue prestazioni è legato al fatto che abbia superato i 40 anni. Sono 42, per la precisione, compiuti a gennaio. “Certo non è possibile portare indietro le lancette dell’orologio biologico. Bisogna prendere atto che non sono lo stesso di 10 o 15 anni fa - ha ammesso Schumacher - Ma se mi chiedete se sono ancora in grado di competere, rispondo sì”, ha insistito. Il fenomeno di Kerpen ha poi ricordato che lo scorso anno è arrivato in Mercedes quando la macchina era già stata interamente progettata e tutti, da Ross Brawn in giù, sapevano che aveva delle caratteristiche a lui non favorevoli.