F1 2011, Monza: Vettel inattacabile, Hamilton si inchina

Formula 1 2011: Sebastian Vettel commenta la pole position nel Gran Premio d'Italia sul circuito di Monza spiegando che la sua Red Bull si è dimostrata pressoché perfetta

da , il

    vettel gran premio italia f1 2011

    Sebastian Vettel ottiene la pole position anche nel Gran Premio d’Italia. Niente e nessuno riesce a fermare la marcia del pilota Red Bull che vede in Lewis Hamilton, Jenson Button e Fernando Alonso tre grandi rivali ma con macchine non all’altezza della sua lattina volante. Quanto a Mark Webber, decisamente deluso per il quinto posto in griglia di partenza, l’errore che lo ha tagliato fuori dalla lotta è stato nella gestione delle gomme. Nico Rosberg punta su una buona strategia e promette di stupire in gara.

    SEBASTIAN VETTEL. “Pensavamo di farcela ma non sapevamo se le gomme avrebbero reso meglio al primo giro o al secondo. Il margine che ho preso è stato veramente notevole. Quest’anno la macchina è molto valida e molto ben bilanciata e si è visto in questa pista dove si devono sfruttare tutti e tre i settori. Sono felice del risultato”.

    LEWIS HAMILTON. “Sinceramente non avevo altro da dare. Potevo forse tirare fuori qualche decimo in più ma non sarebbe cambiata la situazione. La squadra ha dato il massimo ed il fatto che io e Jenson siamo qui nel salotto delle prime tre posizioni lo dimostra”.

    JENSON BUTTON. “Confermo quello che ha detto Lewis. Non si poteva battere Vettel perché la nostra macchina è a questo limite. Mi aspetto comunque di fare una buona gara per domani. Non è importante qui essere in pole position perché possiamo usare il DRS per agevolare i sorpassi”.

    MARK WEBBER. “Non sono riuscito a fare un buon giro perché non ho gestito bene le gomme volendo effettuare due giri consecutivi. Anche a causa del KERS che andava e veniva ho perso concentrazione per cui non ho potuto fare meglio”.

    NICO ROSBERG. La Mercedes è mancata all’appello durante le qualifiche. Rosberg ci spiega il perché e dà appuntamento alla gara per fare i conti con lui: “Per domani prometto un grande spettacolo. Sono stato l’unico a girare in qualifica con gomme dure. Abbiamo una buona strategia ed abbiamo dimostrato che, a parità di condizioni, non siamo distanti più di tre decimi dai migliori”.