F1 2011: Pirelli, si avvicina la scelta

Formula 1: la gara per il fornitore di gomme della stagione 2011 è agli sgoccioli

da , il

    F1 2011: Pirelli

    Formula 1 in fermento per la scelta del nuovo fornitore di pneumatici e non solo. Lo scontro finale tra Pirelli e Michelin vede il Gruppo italiano in pole position. Una decisione è attesa entro breve. Potrebbe già essere il weekend del Gran Premio di Turchia l’occasione giusta. Non solo gomme, però, nei pensieri della FOTA. E’ tempo di guardare alle monoposto del 2011. Per questi motivi sono in dirittura d’arrivo anche gli ultimi ritocchi al regolamento che rivedrà il ritorno del KERS e l’intensificazione delle limitazioni aerodinamiche al fine di migliorare i sorpassi e lo spettacolo.

    PIRELLI F1. In attesa che team di Formula 1, Bernie Ecclestone e Federazione Internazionale dell’Automobile trovino un accordo, la Pirelli passa in pole position come fornitore di pneumatici per la stagione 2011 di F1. Le scuderie hanno già fatto sapere che la scelta si è chiusa a due soli nomi: Pirelli o Michelin. Gli altri sono già fuori dalla contesa. Il dubbio è se affidarsi all’esperienza dei francesi dovendo cedere, prima o poi, al ritorno della lotta tra gommisti oppure aprirsi al monopolista Pirelli accettando la sfida di dover progettare coperture del tutto nuove, completamente diverse da quelle usate negli ultimi anni. Secondo i tedeschi di Auto Motor und Sport, la decisione sarebbe molto vicina. E la Pirelli in grande vantaggio sui transalpini sebbene la richiesta economica ammonti per entrambi i soggetti a 1,5 milioni di Euro per ciascun team.

    F1 2011. Con l’avvento di un nuovo gommista si va verso un’altra, l’ennesima, stagione di grandi cambiamenti in Formula 1. Negli ultimi anni chiunque ha predicato stabilità di regolamenti ma abbiamo incontrato (li cito in ordine sparso): abolizione del TC, centraline elettroniche uniche, KERS, pneumatici slick, divieto di rifornire, ali mobili, divieto di test, abolizione appendici aerodinamiche, diffusori con/senza buco, allargamento ali anteriori e diminuzione di quelle posteriori, sistema di assegnazione punteggi rivoluzionario… Pensavate che le cose si stessero stabilizzando, dite la verità. E, invece, no! Le gomme cambieranno. Sicuramente come mescola e come funzionamento. Forse come dimensioni. Ecclestone e la FIA hanno chiesto preventivamente al nuovo fornitore, per movimentare la corsa, che un set non consenta di coprire più di un centinaio di chilometri (il che significa obbligare i team ad almeno due pit stop per Gran Premio). Cambierà di nuovo il diffusore che, stavolta, per davvero, sarà standardizzato e non consentirà furberie. Tornerà il KERS. Saranno ancora più restrittive le regole sull’aerodinamica con l’eliminazione di ogni deviatore di flusso dalla zona che precede le fiancate. L’ala anteriore sarà rimpicciolita e sarà abilitata la modifica dell’incidenza del flap a quella posteriore. Stop al sistema F-Duct.

    Foto: ferrari.com