F1 2011, Schumacher: 8° titolo ora! O nel 2012

Formula 1 2011: Michael Schumacher crede fermamente nella possibilità di vincere l'ottavo titolo mondiale

da , il

    michael schumacher formula 1

    Michael Schumacher ha vinto sette titoli mondiali di Formula 1. Nessuno come lui. Gli altri campioni della sua epoca si sono fermati a uno, due o tre come Ayrton Senna. Alain Prost è arrivato a quattro. E’ per certi versi entusiasmante tentare di capire cosa scatti nella testa di un campione del genere che si mette in discussione a più di quarant’anni con il preciso obiettivo di vincere l’ottavo campionato del mondo di F1. E’ coinvolgente la convinzione con la quale Schumacher ribadisce di potercela fare. Nel 2011 o, al più tardi, nel 2012. Intanto Rosberg gli cede il numero sette…

    MICHAEL SCHUMACHER. La stagione 2010 non è stata un successone. Eppure Michael Schumacher non cambia di una virgola i propri programmi. Vuole l’ottavo titolo mondiale e farà di tutto per conquistarlo. Non a caso, sebbene il movimento nel suo complesso sia piuttosto scettico sull’impresa, Fernando Alonso lo ha indicato come rivale più temibile. “E’ chiaro che al momento non siamo dove avremmo voluto essere – ha detto Schumacher ricordando che il suo è un progetto triennale, da valutare a pieno solo al termine del 2012 - Abbiamo messo molto impegno in questo ritorno e siamo ottimisti. Sono certo che da quest’anno potremo lottare per la vittoria, e saremo in grado di lottare per il campionato. Io ci spero”, ha aggiunto.

    NICO ROSBERG. Fece discutere lo scorso anno la richiesta fatta dal Kaiser a Nico Rosberg di cedergli il numero dispari, quello che in un certo senso indica la prima guida del team. Il giovane tedesco, però, acconsentì senza troppi problemi prendendosi, si fa par dire, una bella rivincita in pista. Dove conta. Quest’anno la storia si è ripetuta. Nonostante Rosberg avesse concluso il campionato 2010 davanti a Schumacher, il numero sette è stato ottenuto dall’ex ferrarista. “Ne abbiamo parlato un mese fa – ha confidato Nico – Michael voleva il numero 7 perché è superstizioso e pensa che i numeri dispari siano piu’ fortunati e per i suoi sette mondiali vinti. Non ho problemi a riguardo. E in ogni caso il numero 7 mi ha sempre portato sfortuna nella mia carriera quindi sono felice del numero 8″. A differenza di Schumacher che soffre di nausea, il giovane di casa Mercedes si è allenato molto in queste settimane al simulatore. Obiettivo: prendere confidenza con i nuovi pulsanti che sono comparsi sul volante tra Kers e ala mobile posteriore. “All’inizio è stato difficile”, ha ammesso.