F1 2011: Schumacher inizia a capire la Mercedes

Formula 1 2011: cosa c'è dietro al miglior tempo di Michael Schumacher nei test di Jerez? Secondo alcuni sarebbe solo un'illusione

da , il

    schumacher f1 2011 test mercedes gp

    Michael Schumacher conclude la seconda giornata di test per la stagione 2011 di Formula 1 a Jerez con il miglior tempo e gli opinionisti si dividono. Secondo alcuni il Kaiser è tornato a far dettare la sua legge, la Mercedes GP si è svegliata dal letargo e d’ora in poi sarà dura per gli avversari contenere la potenza del sette volte iridato. Secondo altri si tratta, banalmente, di un giro buono fatto con gomme morbide e poca benzina, giusto per impressionare. Probabilmente la verità sta nel mezzo.

    MICHAEL SCHUMACHER. Il punto da cui dobbiamo partire è che Michael Schumacher ha l’obbligo di disputare, Mercedes permettendo, un 2011 migliore del 2010. In questo senso, la comprensione della macchina è già migliorata. Ed il comportamento degli pneumatici, nuovi per tutti, lo sta aiutando. “Ci siamo focalizzati sui long run - ha detto il tedesco commentando la sua buona prestazione – ma abbiamo anche usato le mescole più morbide di gomme. Ovviamente questo ci ha fatto andare un po’ più veloci degli altri team che non le hanno montate. Detto ciò, non siamo stati gli unici dato che erano a disposizione di tutti. Se non erroha proseguito Schumacher con il suo consueto spirito analitico che tante fortune gli ha dato – il mio giro più veloce è arrivato all’inizio di un run di 10 giri”, non proprio un giro da qualifica, ha lasciato intendere il fenomeno di Kerpen. “Non sono preoccupato – ha concluso - So esattamente cosa sta accadendo. Non lo ero a Valencia e non lo sono qui”.

    NICO ROSBERG. Non siamo preoccupati. Questo è lo slogan dell’inverno Mercedes. Schumacher fa notare che la macchina si sta rivelando tutto sommato affidabile se si escludono alcuni intoppi di gioventù. Da ieri anche veloce. Nico Rosberg, aggiunge:“E’ importante per me e la squadra ottenere una buona resa chilometrica e imparare la vettura. Il kers ha funzionato bene ma bisogna abituarsi al suo utilizzo non solo dal punto di vista del pulsante ma anche l’effetto del kers in frenata. Stiamo iniziando a capire meglio le gomme che saranno un fattore chiave per il successo nel weekend di gara.”