F1 2011: Sebastian Vettel bi-campione del mondo

Formula 1 2011: Sebastian Vettel due volte campione del mondo

da , il

    sebastian vettel campione mondo formula 1 2011

    Sebastian Vettel campione del mondo di Formula 1 2011. Ora anche la matematica si deve inchinare all’evidenza. Sul podio del Gran Premio del Giappone è giusto che ci siano Jenson Button e Fernando Alonso. Sono loro che occupano la seconda e terza posizione in classifica mondiale. Sono loro che hanno tentato, dovendo fare i conti con i limiti delle loro macchine al cospetto della super Red Bull, di rendere la vita difficile al più giovane bicampione del mondo di F1 di sempre.

    SEBASTIAN VETTEL- GP GIAPPONE:“Oggi non eravamo così veloci con le gomme morbide come pensavamo di essere. Alla fine la macchina era buona ma è stato difficile superare Fernando Alonso. Ho fatto un gran sorpasso su di lui a Monza e non penso che ora mi consentirà di nuovo di passargli davanti”.

    SEBASTIAN VETTEL BI-CAMPIONE DEL MONDO:“E’ difficile dire qualcosa. E’ stato un anno duro e fantastico. La cosa positiva è che non è ancora finto. Ci sono tante cose da dire ma è difficile ricordare tutto quello che si vorrebbe. Voglio ringraziare tutte le persone che hanno lavorato in fabbrica e che hanno spinto per costruire questa macchina che ci ha consentito di lottare per il campionato in una posizione così forte. Ci sono tanti nomi da fare. Voglio citarne uno in particolare. Io passo molto tempo con il mio allenatore Tommy Parmakoski e la sua famiglia che mi ha aiutato a tenere sempre alta la concentrazione. Mi congratulo anche con i miei rivali. Abbiamo visto oggi che i distacchi sono molto contenuti. E’ incredibile vedere di aver vinto in questo modo nonostante il livello dei nostri avversari. Ogni singola persona in Red Bull ha dato più del 100% e questo ci ha permesso di vincere facendo un passo dopo l’altro. Lo scorso anno abbiamo vinto per un soffio. Vincere ancora è sempre più difficile ed ho avuto bisogno di tutto il supporto possibile da parte della squadra, di Mark e di tutti. Sono confuso come un anno fa…”