F1 2011, test a Barcellona: Rosberg primo ma scettico

Formula 1 2011: è di Nico Rosberg il miglior tempo nella terza giornata di test sul circuito di Barcellona

da , il

    rosberg test barcellona f1

    Con un giro da qualifica messo a segno a pochi minuti dal termine della terza giornata di test, è stato Nico Rosberg ad andarsene con il miglior tempo dal circuito di Barcellona. La sessione è stata caratterizzata dal maltempo che ha obbligato le squadre ad usare gomme da bagnato fino all’ora di pranzo. Dopodiché, nonostante le slick, la pista è stata umida e più lenta di almeno 5 secondi rispetto ai normali standard. Solo nel finale l’asfalto ha migliorato l’aderenza consentendo a tutti di abbassare il limite.

    TEST F1 2011. Oggi più che mai i tempi sul giro registrati nel test di Barcellona vanno presi con le pinze. La pista è stata prima bagnata, poi umida. Sostanzialmente sempre lontana dai migliori standard ad eccezione degli ultimi minuti di giornata quando qualcuno, vedi Nico Rosberg, ha tentato un giro secco che gli ha regalato il primato in classifica. Secondo è stato Vitaly Petrov con la Lotus Renault che ha imitato, senza batterlo, il tedesco della Mercedes GP. Non illuda il terzo posto di Hamilton. La McLaren è ancora in crisi di affidabilità sebbene abbia fatto intravedere un buon potenziale, almeno sul giro lanciato. Vari testacoda hanno caratterizzato la giornata. Tra i protagonisti citiamo Pastor Maldonado con la Williams, Sergio Perez con la Sauber e Felipe Massa che si è girato con la sua Ferrari in due occasioni. Da segnalare, infine, il ritorno al volante di una Formula 1 per lo svizzero Giorgio Mondini, provato dalla HRT. Ieri era toccato a Tonio Liuzzi, candidato ad essere ingaggiato come pilota titolare.

    F1 2011, test a Barcellona del 20/02/2011: classifica dei tempi

    1. Nico Rosberg Mercedes 1m23.168s 92

    2. Vitaly Petrov Renault 1m23.463s + 0.295s 93

    3. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m23.858s + 0.690s 93

    4. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m24.815s + 1.647s 60

    5. Mark Webber Red Bull-Renault 1m24.995s + 1.827s 139

    6. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m25.454s + 2.286s 48

    7. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m25.557s + 2.389s 115

    8. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m25.720s + 2.552s 102

    9. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m26.155s + 2.987s 31

    10. Felipe Massa Ferrari 1m26.508s + 3.340s 123

    11. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m26.598s + 3.430s 97

    12. Giorgio Mondini Hispania-Cosworth 1m28.178s + 5.010s 39

    13. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m28.329s + 5.161s 42

    14. Narain Karthikeyan Hispania-Cosworth 1m30.722s + 7.554s 32

    NICO ROSBERG. In casa Mercedes GP cominciano ad arrivare i primi bilanci da parte dei piloti. Ignorando completamente il responso del cronometro, positivo come stavolta o negativo che sia, Nico Rosberg spiega, a microfoni spenti, che non crede di poter lottare per il titolo mondiale. La macchina è ancora un gradino al di sotto di Ferrari e Red Bull e non ci sono margini per rimettersi al pari entro l’inizio di stagione. Dello stesso avviso Schumacher che, invece, manifesta apertamente le perplessità pur lasciandosi un margine di errore:“Siamo la Mercedes, quindi il nostro obiettivo è chiaro. Sarà difficile raggiungere la meta quest’anno, ma abbiamo un progetto che non è a breve termine. Solo la prima gara, in Bahrain, ci dirà esattamente dove siamo.” Per il Bahrain sono attese grosse novità. Il punto è che non solo la Mercedes farà un salto in avanti. Ma anche tutti gli altri team rivali.