F1 2011, test: Ferrari favorita da Pirelli?

Formula 1 2011: proseguono i test per la nuova stagione

da , il

    alonso ferrari test f1 jerez

    Fernando Alonso inarrestabile nella terza giornata di test con la Ferrari F150th Italia. Il pilota spagnolo, accolto da migliaia di tifosi che si sono radunati presso il circuito di Jerez de la Frontera, ha accumulato quasi 600 chilometri in un solo giorno. Più di quanto non si faccia in un intero weekend di gara. Il tutto, ovviamente, senza accusare il benché minimo inconveniente tecnico e siglando il secondo miglior crono di giornata con un netto vantaggio sui rivali di McLaren, Red Bull e Mercedes. Ora, appurato il buono stato di forma della F150, avete sentito anche voi qualche simpaticone dire che la Pirelli favorisca la Ferrari?

    TEST FERRARI F1 2011. La giornata di Fernando Alonso è iniziata presto, poco dopo le nove, non appena la nebbia sul circuito di Jerez si è diradata. Obiettivo della Ferrari era proseguire nei confronti tra le quattro mescole di gomma messe a disposizione dalla Pirelli così come già fatto con Felipe Massa.

    FAVORITISMO PIRELLI? A proposito del fornitore italiano va detto chiaramente che sono tutte ridicolaggini quelle voci secondo le quali starebbe favorendo la Ferrari. La Pirelli è una multinazionale che non ha nessun interesse a veder screditata la propria immagine a livello globale solo per favorire un team con il quale condivide nulla se non la nazionalità. E c’è dell’altro: fa particolarmente divertire che l’equazione Pirelli=Ferrari=italia=favoritismi, arrivi da gente italiana che è contro la scuderia di Maranello. Se il loro ragionamento fosse vero, tutti in Italia dovrebbero tifare Ferrari. Pirelli compresa. Ma loro stessi sono la testimonianza che questa affermazione è quanto mai inverosimile. Cosa ha da guadagnarci l’azienda milanese nel mettere in atto un comportamento scorretto? Nulla. Insomma: la Pirelli si fa le sue gomme cercando di ottenere consensi unanimi. Infatti, nessun team rivale della Ferrari ha avuto nulla da eccepire.

    FERNANDO ALONSO. Certe provocazioni non sono arrivate alle orecchie di Fernando Alonso che si è detto ancora una volta soddisfatto del lavoro svolto:“L’ho già detto a Valencia e lo ripeto anche qui: non dobbiamo pensare a quello che fanno gli altri, guardare il cronometro. Meglio rimanere concentrati su noi stessi, tanto poi i conti li faremo in Bahrain fra un mese”, ha ribadito. L’asturiano ha messo sul suo casco una dedica per l’amico Robert Kubica:“Sono felicissimo che le condizioni di Robert si stiano evolvendo in maniera positiva, giorno dopo giorno”, ha aggiunto.