F1 2011, test: Ferrari super secondo Alonso

Formula 1 2011: la Ferrari conclude al comando la seconda giornata di test sul circuito di Valencia

da , il

    Dopo due giorni di test al volante della Ferrari F150 Fernando Alonso ha chiuso la sua prima settimana di prove in vista della stagione 2011. Nella terza e ultima giornata a disposizione dei team sul circuito di Valencia scenderà in pista al suo posto il compagno di box Felipe Massa. Parlando del debutto in pista, dopo aver accumulato in totale oltre 200 giri tra martedì e mercoledì, il pilota spagnolo si dice soddisfatto. Ma spiega che il lavoro da fare è ancora molto.

    TEST F1 2011. Sole in cielo, temperatura nell’aria compresa tra i 6 ed i 18 gradi. La seconda giornata di test sul circuito di Valencia è molto intensa per la Ferrari che con Fernando Alonso ha proseguito il lavoro di sviluppo sulla F150. Particolare attenzione è stata posta sulla raccolta dei dati per studiare il comportamento dell’aerodinamica e sulla conoscenza delle gomme Pirelli. L’asso di Oviedo ha coperto 108 giri. In due giorni ha percorso oltre 800 chilometri. Oggi tocca a Felipe Massa.

    FERNANDO ALONSO. “Qui avevamo tre tipi di pneumatici a disposizione e fra loro c’è una differenza di prestazione significativa, qui valutabile fra i sei e i sette decimi. Diventa quindi troppo difficile paragonare le prestazioni fra le varie macchine”, primo interesse di Fernando Alonso è quello di ridimensionare l’entusiasmo dopo aver chiuso la giornata con il miglior tempo. Non si possono paragonare i tempi sul giro. Si può, semmai, prendere atto che la Ferrari F150 si sta dimostrando solida dal punto di vista dell’affidabilità. E non è poco. Tutt’altro. “Sono soddisfatto del lavoro svolto oggi – ha proseguito Alonso Ieri ci siamo concentrati soprattutto sulla funzionalità della vettura, sulla verifica che tutto fosse a posto, mentre in questa seconda giornata abbiamo potuto approfondire un po’ di più la conoscenza del suo comportamento, anche in condizioni di carico di benzina differenti, facendo le prime modifiche all’assetto. Ad esempio, abbiamo cercato di mettere a posto il sovrasterzo e di trovare delle soluzioni per combattere il degrado degli pneumatici sulla lunga distanza.” Ad onor del vero va detto che qualche piccolo inconveniente c’è stato in occasione di alcune modifiche apportate alla monoposto durante il mattino. Ciò non ha impedito di portare a termine l’intero programma. Da domani Alonso sarà di nuovo in pista. Quella virtuale del simulatore di Maranello.