F1 2011, test: McLaren inizia con cautela

Formula 1 2011: la McLaren e Lewis Hamilton commentano la prima giornata di test a Jerez con la MP4-26

da , il

    mclaren f1 2011 volante

    Vi piace il volante della McLaren MP4-26? Della monoposto che scenderà in pista nella stagione 2011 di Formula 1 non è la cosa più innovativa. Il progetto che prova a fare scuola sul fronte dell’aerodinamica, semmai, può vantarsi delle fiancate ad “U” grazie alle quali ha fatto scalpore durante la presentazione. Nel debutto in pista di ieri non si è certo visto un supermissile. Tuttavia gli uomini McLaren sono molto ottimisti. L’inizio è stato cauto e la monoposto è ancora un laboratorio pieno zeppo di invenzioni da sviluppare.

    TEST F1 2011. 58 giri pari a 256 chilometri per Lewis Hamilton nel primo giorno di test della McLaren MP4-26. Per stessa ammissione dei tecnici di Woking, l’inizio è stato cauto. In mattinata sono stati effettuati run molto brevi al fine di effettuare i controlli di routine, trovare un buon setup e valutare i differenti comportamenti con le varie mescole di pneumatici. Per non mettere troppa carne al fuoco, non è stata ancora usata l’ala mobile posteriore. “Oggi è stato un lavoro principalmente di controllo della vettura – ha detto Lewis HamiltonNon abbiamo fatto nessuna sessione particolarmente lunga, e io non sono stato troppo aggressivo con la vettura, ma abbiamo imparato un paio di cose utili. La macchina va bene rispetto allo scorso anno, il che è positivo. Un buon passo avanti rispetto alla MP4-25. ”

    MCLAREN MP4-26. Tra tutte le monoposto del 2011, quella che sembra avere più carte ancora da svelare è la McLaren. Nei test di Jerez è in fase di sviluppo anche la configurazione degli scarichi verso l’anteriore come già visto sulla Lotus Renault, grazie alla quale, probabilmente, Robert Kubica è riuscito a chiudere al comando l’ultima giornata di test di Valencia la settimana scorsa. Prima dell’incidente nel rally. “Come per la Renault, è molto difficile fotografare questo dettaglio”, si legge su Auto Motor und Sport. Gli acuti osservatori tedeschi sostengono di aver beccato il particolare durante un momento in cui i meccanici di Woking stavano spostando l’auto.