F1 2011, test Pirelli Pzero: Heidfeld gasato

Formula 1: la Pirelli inizia i test dei propri pneuamtici Pzero che equipaggeranno le monoposto di Formula 1 nella stagione 2011

da , il

    F1 2011, test Pirelli Pzero

    C’è un cartello fuori dal circuito del Mugello che recita “lavori in corso”. Ce l’hanno attaccato gli uomini Pirelli che stanno lavorando sui loro pneumatici Pzero. L’azienda milanese che dal 2011 fornirà in regime di monopolio gli pneumatici a tutte le scuderie di Formula 1 deve recuperare il tempo perso ad inizio stagione. La FIA ha deciso troppo tardi il nome del successore della Bridgestone. Pertanto adesso c’è da pedalare. E veloce. Per questo motivo Nick Heidfeld e tutta la squadra test stanno vivendo l’agosto più caldo, lavorativamente parlando, della propria carriera.

    NICK HEIDFELD. Il contratto di terzo pilota con la Mercedes è stato stracciato. Adesso Nick “the quick” Heidfeld è un driver Pirelli a tempo pieno. La cosa aiuterà ad avere meno sospetti di imparzialità e forse lo metterà in buona posizione per trovare un sedile da titolare nella prossima annata. Un talento come il suo è sprecato in panchina. “E’ un grande privilegio per me entrare a far parte della squadra Pirelli in questa tappa fondamentale dello sviluppo e sono grato alla Mercedes – ha detto Heidfeld mostrandosi orgoglioso e determinato a dare il massimo dopo molti mesi lontano dalla pista – Sento di poter dare un importante contributo grazie all’esperienza che ho maturato nel tempo. Sono sicuro che insieme costruiremo una gamma pneumatici dinamica che farà della Formula 1 uno sport ancora più eccitante”.

    PIRELLI F1. Al Mugello sono cominciati i test Pirelli sugli pneumatici Pzero. Il responsabile della missione F1 Paul Hembery spiega la scelta del driver tedesco e della Toyota Tf109 come macchina per le prove:“Assicura le tecnologie e le performance di ultima generazione necessarie per testare i nuovi pneumatici Pirelli PZero per Formula 1, garantendo al contempo la massima imparzialità a tutte le squadre attualmente in gara per il titolo. Siamo felici di dare a Nick il benvenuto nella famiglia Pirelli. Il compito del tester è cruciale, per questo abbiamo cercato un pilota che vantasse un’esperienza completa e recente in Formula 1″.