F1 2011: Toro Rosso tiene Buemi e Alguersuari

Formula 1: la Toro Rosso fa sapere tramite il proprio team principal Franz Tosto di aver confermato i propri piloti Buemi e Alguersuari anche per la stagione 2011

da , il

    1 2011: Toro Rosso conferma Buemi e Alguersuari

    La Toro Rosso ha confermato Sebastien Buemi e Jaime Alguersuari come piloti titolari per la stagione 2011 di Formula 1. Per lo svizzero, quindi, non se ne fa ancora nulla della promozione nella squadra principale Red Bull mentre per lo spagnolo spariscono le minacce di licenziamento dopo un avvio di 2010 al di sotto degli standard del compagno di squadra. Ricordiamo che Buemi ha 22 anni mentre Alguersuari appena 20. Per quanto quest’ultimo non stia brillando, evidentemente il team di Faenza crede ancora nel suo potenziale in ottica futura.

    TORO ROSSO. “Credo che i nostri piloti saranno ben preparati in vista del 2011, e questo è il motivo per cui abbiamo confermato entrambi per il prossimo anno”, ha dichiarato il team principal Franz Tost. Il severo boss della scuderia italiana ha spiegato che, vista l’età di entrambi, ci sono tutti i presupposti per considerarli dei giovani e, quindi, per tenerli almeno per un altro anno nel team che la Red Bull ha creato per coltivare i propri talenti. Per i collaudatori Hartley e Ricciardo, quindi, ci sarà ancora da aspettare…

    VIRGIN F1. La vettura messa in pista dalla Virgin non va secondo le aspettative e Richard Branson, fondatore e boss del celebre marchio, pare che si sia già stufato di questo giocattolino che gli costa 40 milioni di Euro all’anno. Per questo motivo, vorrebbe cambiare rotta alla squadra ingaggiando un pilota pagante che “contribuisse” al budget del team. In fin dei conti Glock e Di Grassi non stanno dando alcun contributo significativo per cui la scelta di sacrificare una delle due monoposto per fare cassa non è per nulla scellerata. Anzi. Tra i candidati ad inserirsi nel team il prossimo anno, dato da più parti per scontato l’abbandono di Glock, c’è il messicano proveniente dalla GP2 Sergio Perez. A confermare indirettamente l’operazione è stato Carlos Slim, presidente del colosso messicano Telmex e grande finanziatore delle imprese del pilota. Un po’ incostante nelle prestazioni, Perez non sembra proprio un fermo. Per la Virgin, potrebbe essere un affarone…