F1 2011, ufficiale: stop agli scarichi pro-Red Bull

Formula 1 2011: la FIA ha vietato l'uso degli scarichi soffiati sul diffusore come chiesto da molti team rivali della Red Bull

da , il

    red bull scarichi soffiati diffusore f1 2011

    L’attesa notizia è arrivata. La FIA ha ufficialmente vietato l’utilizzo degli scarichi che soffiano aria nei diffusori anche con l’acceleratore in rilascio. Il Technical Working Group della Federazione Internazionale dell’Automobile, riunitosi a Londra, ha confermato una decisione che era ormai scontata. Dal Gran Premio di Gran Bretagna, questo accorgimento tecnico non potrà essere usato per più del 10%. La percentuale minima è stata lasciata per questioni di affidabilità. La notizia era attesa dai rivali della Red Bull che sperano, così, di recuperare parte dell netto svantaggio tecnico

    SCARICHI F1. Gli scarichi di quasi tutte le monoposto di F1 soffiano aria calda sui diffusori anche quando la farfalla del gas è chiusa. Questo consente di generare un extra carico aerodinamico che dà alla Red Bull benefici mostruosi. Per questa ragione tutti gli altri team hanno copiato l’idea. Per questa ragione tutti i team rivali sono soddisfatti del divieto. Saranno proprio le lattine volanti, sulla carta, le più penalizzate dal dover rinunciare ad un accorgimento che, secondo molti osservatori, era la spiegazione più ovvia del perché Sebastian Vettel ed in parte Mark Webber dominassero in modo netto tutte le sessioni di qualifica.

    F1 2012. Per il 2011 c’è stata messa una pezza in questo modo. Per il 2012 saranno fatte le cose in modo migliore. Uno dei punti caldi del programma del presidente FIA Jean Todt è ridurre i consumi e quindi le emissioni. Avere i motori di F1 che bruciano benzina anche quando non è necessario, era una condizione inaccettabile da bandire immediatamente. Si potrà polemizzare sostenendo che è ingiusto cambiare le carte in tavola a partita in corso e se ne avrà tutto il diritto. Ad ogni modo, in vista del 2012 sarà inserita una regola che obbliga i team a posizionare gli scarichi in modo più convenzionale al fine di evitare ogni ulteriore imbarazzo. Intanto la McLaren, principale sostenitrice di questo divieto, si sta fregando le mani. Occhio, però, al quel geniaccio di Adrian Newey: sono un paio d’anni che gli mettono in bastoni tra le ruote ma lui ne esce sempre indenne. Sarà così anche stavolta.