F1 2012: F-Duct e W-Duct, a volte ritornano! [VIDEO]

Formula 1: W-Duct e F-Dcut tante soluzioni prese in carico dai top team pur di avere dei vantaggi aerodinamici nella tiratissima stagione 2012 che sta per cominciare

da , il

    w duct e f duct in f1 2012

    La principale attenzione dei tecnici della Formula 1 2012 è sugli scarichi. Indubbiamente. C’è un importante filone di sviluppo, però, che interessa l’ala anteriore e quella posteriore rispettivamente con i sistemi W-Duct e F-Duct. Il primo è di patrimonio Mercedes ed è una soluzione che ha fatto timidamente capolino solo verso la fine del 2011. Il secondo, inventato dalla McLaren nel 2010, è stato in breve tempo utilizzate da tutte le monoposto di quella stagione. Vietato nel 2011, potrebbe tornare in voga quest’anno grazie ad alcuni accorgimenti che lo rendano legale. L’obiettivo sia del primo che del secondo sistema è utilizzare la canalizzazione dei flussi d’aria all’interno delle ali per migliorare la velocità di punta della monoposto senza comprometterne la stabilità in curva.

    F-Duct e W-Duct

    In questi articolo abbiamo già parlato del W-Duct. Come si vede nel video, l’aria entra da un buco sul muso della monoposto e si dispone, compiendo un movimento a “W” sull’estremità dell’ala anteriore tramite tre diversi fori di uscita. Ad oggi, oltre alla Mercedes sta lavorando sulla stessa soluzione la McLaren. La Red Bull, invece, continua a fare la misteriosa sull’apertura presente nello scalino della RB8. Sarà davvero solo un discorso estetico come dichiarato da Newey? Nessuno ci crede. Sul fronte F-Duct, invece, dobbiamo citare come interessati tutti i top team Red Bull, Mercedes, McLaren, Lotus ed anche Ferrari (leggi sotto). La soluzione del 2010 fu vietata perché era azionata da un movimento del pilota che in alcuni casi doveva persino staccare la mano dal volante mentre viaggiava ad oltre 300 km/h. Ciò su cui i team stanno lavorando è un sistema passivo che sfrutti alcuni condotti posizionati ai lati dell’alettone posteriore. Vedremo. Dato che la liceità di certe soluzioni è ancora da decretarsi, ne racconteremo delle belle a Melbourne in occasione delle prime vere verifiche tecniche della stagione 2012. Il rischio è che ci si trascini dietro per qualche gara polemiche, proteste e ricorsi.

    F-Duct anche per la Ferrari

    La lista dei team che stanno lavorando ad un nuovo sistema F-Duct sull’ala posteriore è lunga. Apparentemente all’appello sembrava mancare la Ferrari, ben più concentrata a risolvere i problemi sugli scarichi. In realtà, l’occhio attento dei fotografi ha notato anche sulla F2012 in pista nei test di Barcellona qualcosa di interessante. Come sulle monoposto degli altri top team, sulle Rosse si sono viste ai lati dell’alettone posteriore le fessure necessarie per ricreare quell’effetto di disturbo dei flussi alla base proprio del concetto di F-Duct.

    W-Duct, McLaren insegue Mercedes

    Dici W-Duct e pensi alla Mercedes. La casa tedesca lo ha introdotto addirittura a fine 2011. Uno sguardo attento all’ala anteriore della McLaren MP4-27 ha portato alla luce delle interessanti fessure sui piloni di sostegno che funzionerebbero come convogliatori d’aria. Aria che sarebbe espulsa, analogamente a quanto avviene con la monoposto di Schumacher e Rosberg, nella parte esterna dell’alettone.