F1 2012: Ferrari team più rapido nei pit stop

Formula 1: la Ferrari è il team della stagione 2012 più veloce nei pit stop

da , il

    F1 2012: Ferrari team più rapido nei pit stop

    Ecco un esempio di critica capace di sortire effetti positivi. In molti negli scorsi anni, noi compresi, avevano sottolineato l’inadeguatezza della Scuderia Ferrari sul fronte delle tattiche e della velocità nei cambi gomme. Troppi errori strategici ed una chiara lentezza nel pit stop avevano tolto alla scuderia italiana quel primato che storicamente le era quasi sempre appartenuto e che, in varie epoche, aveva aiutato in modo determinante a costruire i più grandi successi. Al direttore tecnico Pat Fry va il merito di aver messo le cose a posto. Sul fronte delle strategie, si contano pochissime sbavature e tanti bersagli colpiti in pieno. Per quanto riguarda il cambio gomme, secondo la recente analisi di Auto Motor und Sport, gli uomini in Rosso sono tornati i più veloci al mondo.

    Ferrari più veloce di due decimi sulla Red Bull

    A volte due decimi possono fare la differenza tra il rientrare in pista davanti o dietro al proprio avversario diretto. Due decimi, quindi, possono non essere affatto pochi. Due decimi sono il vantaggio che in media la scuderia Ferrari regala ai propri piloti ad ogni cambio gomme rispetto alla Red Bull. A sorpresa, il terzo posto nella classifica delle soste più rapide è della Force India. Il team di Vijay Mallya riesce a fare meglio dei campioni della disciplina del 2011, vale a dire quelli della Mercedes. La McLaren è sesta dietro anche alla Toro Rosso. Quelli di Woking, però, hanno commesso molti errori all’inizio della stagione 2012 di Formula 1 per poi riprendersi nelle ultime gare fino ad arrivare a segnare il record per il singolo pit stop più veloce di tutti.

    Ferrari: il motore V6 per il 2014 è già al banco

    La Ferrari lavora su tutti i fronti. Non potrebbe essere altrimenti. L’ingegner Luca Marmorini, responsabile del settore motori ha confermato che il nuovo propulsore V6 turbo da 1,6 litri è stato già portato al banco. La nuova unità, lo ricordiamo, debutterà per regolamento dal 2014 quando, cioè, comincerà in Formula 1 una nuova era per quel che concerne i propulsori. Obiettivo della Federazione Internazionale dell’Automobile è stimolare la massima categoria motoristica a lavorare su progetti che riducano emissioni e consumi. Oltre all’azienda italiana, le altre due case impegnate al momento nella progettazione dei nuovi motori sono Mercedes e Renault. Senza dilungarsi in dettagli, Marmorini ha dichiarato sul sito ufficiale della Ferrari:“E’ un periodo molto impegnativo per le persone del reparto motori. Stiamo portando avanti il progetto del V6 ed il primo esemplare è già alla prova al banco: è un progetto molto interessante”. Il tecnico italiano ha poi aggiunto che, parallelamente, sta proseguendo anche il normale lavoro di ottimizzazione delle attuali unità che spingeranno le monoposto del Cavallino Rampante per la parte finale del 2012 e tutto il 2013