F1 2012, Pirelli: le nuove gomme non sono un favore alla Ferrari

Formula 1: il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera smentisce che la Ferrari sia stata volutamente favorita dalla scelta di usare gomme più morbide nella stagione 2012

da , il

    Conferenza stampa Pirelli, lancio delle nuove gomme di Formula 1

    Un anno fa abbiamo detto e ripetuto che solo chi fa chiacchiere da bar può pensare che la Pirelli voglia favorire la Ferrari creando gomme da Formula 1 che si adattino in particolar modo alla monoposto di Maranello. L’andamento del 2011 lo ha confermato. Le P Zero calzavano alla perfezione su altre vetture. Non su quelle di Fernando Alonso e Felipe Massa che, soprattutto con le mescole più dure, hanno faticato tantissimo a trovare una prestazione decente. In questa stagione 2012 la polemica si riapre. Neanche a farlo apposta, l’azienda milanese decide di ammorbidire le mescole dei suoi pneumatici per la gioia di Luca di Montezemolo. Ma il presidente Marco Tronchetti Provera nega e definisce certe accuse un “nonsene”.

    PIRELLI F1FERRARI. Marco Tronchetti Provera taglia corto ogni insinuazione:“E’ stata una scelta fatta in accordo con tutti i team. Queste gomme sono per il 2012, non per le vetture dello scorso anno”. Effettivamente, anche il nuovo progetto Ferrari parte da idee completamente nuove. Non è scontato, quindi, che la monoposto firmata da Tombazis sia ancora così gentile con gli pneumatici come il modello precedente. Anzi, potrebbe accadere persino il contrario e, allora, sarebbe tutto da rivedere anche sul fronte dei pronostici più ovvi.

    TRONCHETTI PROVERA - MONTEZEMOLO. Il presidente della Pirelli non ha comunque negato il proprio tifo per la scuderia di Maranello:“Ovviamente se sei italiano vuoi veder vincere la Ferrari. Se sei inglese, tifi McLaren”. A conferma dello stretto legame tra Tronchetti Provera e Montezemolo, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei nuovi pneumatci di F1 2012, è arrivata una chiamata sul telefonino del capo della Pirelli che ha così risposto davanti ai giornalisti“:Luchino… ora tutti sosterranno che io ho un rapporto speciale con la Ferrari”, ha scherzato. Qualcuno, però, continuerà a non credergli. Ne siamo certi.