F1 2012, soffiaggi illegali: la FIA non ci sta e modifica ancora il regolamento!

F1 2012, soffiaggi illegali: la FIA non ci sta e modifica ancora il regolamento!

Formula 1: nei test del 2012 torna il fantasma degli scarichi soffiati

da in Adrian Newey, F1 Tecnica, Fia, Formula 1 2017, Jean Todt, Regolamento Formula 1 2017, Ross Brawn, Team F1 2017, Test F1
Ultimo aggiornamento:

    Mark Webber


    Proviamo a riavvolgere il nastro. La FIA ha scritto il regolamento 2012 di Formula 1 con il preciso intendo di vietare ogni sorta di scarico soffiato, vale a dire il sistema che – grazie all’opportuno utilizzo dei gas di scarico - riesce a creare un particolare carico aerodinamico al posteriore delle monoposto. I team hanno quindi subito capito che la partita della nuova stagione si giocava su chi sarebbe più abilmente riuscito a recuperare l’aderenza perduta al posteriore attraverso soluzioni estreme, al limite del regolamento. Si sospetta, ad esempio, che i team motorizzati Renault e Mercedes, abbiano già trovato il modo di aggirare le regole. Per evitare ogni sorta di polemica, la FIA è entrata giù in modo duro sul tema, modificando ulteriormente l’ECU, vale a dire la centralina elettronica unica che tra le altre cose regola anche le mappature dei motori.

    Scarichi soffiati in F1: vecchia polemica nuovo approccio della FIA

    Jean Todt non vuole figuracce. Il presidente della FIA sta usando il pugno duro contro i furbetti.

    Ha inviato i suoi delegati tecnici a Barcellona per vedere la situazione dal vivo durante i test ed ha avvisato con tono severo i team: nessuno pensi di essere al sicuro, se a Melbourne, vale a dire in occasione della prima gara della stagione 2012 di Formula 1, sarà trovata qualche irregolarità nell’interpretazione della norma che vieta l’utilizzo dei gas di scarico in rilascio per ottenere benefici di tipo aerodinamico, ci sarà la squalifica.

    Nuova mappatura elettronica contro i sospetti

    Non vi sono certezze che qualcuno abbia fatto il furbo. Ci sono, però, dei sospetti. Non a caso, nel pomeriggio di ieri il delegato tecnico della FIA Charlie Whiting ha convocato i tecnici di Red Bull e Mercedes. Al termine dell’incontro è evidentemente emerso che i limiti alle mappature del motore previsti dal regolamento non sono sufficienti per impedire di utilizzare il sistema degli scarichi soffiati. La Federazione, quindi, ha deciso di aggiornare la centralina elettronica unica (ECU) per evitare che qualcuno si avvantaggi in maniera difforme dallo spirito del regolamento.

    448

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Adrian NeweyF1 TecnicaFiaFormula 1 2017Jean TodtRegolamento Formula 1 2017Ross BrawnTeam F1 2017Test F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI