F1 2012, Trulli: Caterham in zona punti

Formula 1: Jarno Trulli chiude la porta ad un pessimo 2011 e guarda al 2012 con fiducia

da , il

    F1, Trulli vede un 2012 in zona punti

    La stagione 2011 di Jarno Trulli è stata più che travagliata: un incubo. I continui problemi avuti dalla sua Lotus, abbinati ad una scarsa competitività generale della monoposto, lo hanno ridotto ad un ruolo di semplice turista in fondo alla griglia di partenza. Per la stagione 2012, però, le premesse son ben diverse. Il pilota italiano conta sulla nuova partnership tra la scuderia malese e la Red Bull per beneficiare di una crescita in termini di prestazioni tale da far arrivare la sua Caterham in zona punti.

    JARNO TRULLI. Jarno Trulli è il re degli ottimisti. Chi lo conosce, lo sa. Stavolta c’è di più di un semplice spirito positivista nelle parole del pescarese:“Le cose stanno diventando promettenti - ha dichiarato – avremo il Kers che per noi rappresenta un grande aiuto. La struttura tecnica del team migliorerà molto grazie all’arrivo di nuovi tecnici e l’ingaggio di John Iley conferma le ambizioni della squadra”. Trulli prova ad anticipare dei traguardi realistici per la stagione 2012:“Non credo che vinceremo delle gare ma penso che potremmo staccarci dal fondo dello schieramento per battagliare a centro gruppo. Cercheremo di segnare i primi punti della nostra storia”. Le ottimistiche dichiarazioni di Trulli arrivano dopo che la Caterham gli ha conferamto la fiducia. In virtù della partnership con la Red Bull, si temeva che i boss del team malese lo avrebbero fatto fuori per dare un sedile a Ricciardo o Vergne. I due giovani talenti, invece, hanno trovato miglior sistemazione in Toro Rosso.