F1 2013 by Codemasters: commenti al gioco ufficiale della Formula 1 [VIDEO]

Gioco ufficiale F1 2013 by Codemasters: data d'uscita in Italia, 4 ottobre! Ecco i nostri commenti al gioco ed alla novità delle auto e dei piloti storici di anni '80 e '90

da , il

    Se siete in trepida attesa per l’uscita del gioco ufficiale F1 2013 della Codemasters tenete a mente questa data: 4 ottobre 2013! Non prima è possibile giocarci. Almeno in Italia. Al di là di supposte quanto opportune migliorie varie (grafica, tecnica, giocabilità, realismo) nonché risoluzioni di pesanti bugs che hanno afflitto la versione 2012, la vera novità – pubblicizzata in pompa magna dai produttori – è quella di poter correre anche con le simulazioni delle monoposto gloriose del passato. Nello specifico anni ’80 e anni ’90. Due sono le versioni del gioco disponibili già in preordinazione online: Classic e Standard. Quest’ultima, al costo che varia dai 49,99 ai 59,99 Euro a seconda della piattaforma (PC, PS3, XBox), consente di girare in pista con 5 leggendarie vetture degli anni ’80 sfidando 10 campioni dell’epoca anche sui circuiti di Brands Hatch e Jerez de la Frontera. La versione Classic (prezzo indicativo 69,99 Euro) dà in più la storia degli anni ’90 con 7 piloti, 6 monoposto ed i tracciati di Imola e Estoril.

    F1 2013: Codemasters un tuffo nel passato

    F1 2013 ha capito che tra i principali fruitori dei giochi di simulazione ci sono tanti ex ragazzi che ormai vanno per i quarant’anni d’età. L’idea di portare nuovamente in pista, mai nella storia con questo livello di realismo (ricordate come erano i videogame 20 anni fa??), le vetture degli anni ’80 e ’90 sembra proprio un “regalo” fatto a queste generazioni di ex-ex-ex-adolescenti più che una chicca per i tredicenni di oggi. Tra le macchine disponibili già nella versione Standard del gioco citiamo la Lotus 100T del 1988, la Williams FW07 e la FW12 più alcuni modelli ancora da ufficializzare. Si spera nella McLaren dei record del 1988 con Senna, almeno una delle Ferrari guidate da Villeneuve, una di Alboreto, più la F1-89 che vide l’esordio con vittoria del cambio al volante. Nella versione Classic ci saranno, inoltre, sicuramente, la Ferrari F399 che portò Eddie Irvine vicinissimo al titolo nel 1999 e le iridate Williams FW14B di Nigel Mansell e FW18 di Damon Hill. Con questi bolidi sarà possibile girare su tutte le piste del pacchetto ma non si potranno fare gare mischiando auto di decenni diversi tra loro. I piloti tra i quali scegliere, già dati per certi, sono Mario Andretti, Nigel Mansell, Emerson Fittipaldi, Gerhard Berger, Alain Prost, David Coulthard e Jacques Villeneuve. Altri stanno arrivando. Piccola critica a livello grafico: le livree avranno censurati i loghi degli sponsor tabaccai. Capiamo le ragioni ma riteniamo questo approccio non affatto rispettoso del profilo storico dell’operazione. Operazione che ha cercato di curare ogni minimo dettaglio compreso il disegno degli abitacoli ed il look dei circuiti storici.

    Codemasters avara di “vere” novità

    Se puntare sulle auto del passato è venduto come una grande novità dai produttori del gioco F1 2013, si capisce molto di quanto – badando alla sostanza – la Codemasters rischi di risultare al di sotto delle aspettative. F1 2012 ha deluso per via dei vari bugs che hanno richiesto decine e decine di aggiornamenti (alcuni anche superiori ai 100 MB). Non tutti i problemi, per di più, sono stati risolti a pieno. Qualcuno di voi, ad esempio, sa che facendo il GP del Canada o il GP d’Europa in versione “gara completa” rischia di trovarsi da solo in pista perché, ad un certo punto, tutti gli avversari vanno inspiegabilmente a sbattere? Oppure, vi è successo mai che siate gli unici a non poter superare la safety car mentre i vostri avversari lo fanno? In generale, a livello di giocabilità, il gioco della Formula 1 2013 resta più forte se usato come “arcade” piuttosto che come “simulatore” vero e proprio. Insomma, se volete il realismo puro, resterete delusi perché potrete inventarvi assetti estremi andando più forte di prima senza avere gravi ripercussioni in termini di guidabilità. Piccole novità degne di nota sono: specchietti con maggiore profondità di visione; possibilità di salvare il gioco anche a metà di una sessione consentendo con più facilità di farsi gare con lunghezza pari al 100% di quella reale; miglioramenti sull’intelligenza artificiale dei rivali mossi dal computer e sul sistema di sanzioni a seguito di infrazioni.

    F1 2013 solo per PC, PlayStation 3 e Xbox 360

    La Codemasters ha deciso di limitare F1 2013 a PC, PlayStation 3 e Xbox 360. Spariscono, quindi, le versioni per Nintendo Wii U e Sony Playstation Vita. La giustificazione data dai responsabili del progetto è che quel tipo di dispositivi richiedono una programmazione molto diversa che comporta importanti investimenti finanziari a fronte di ritorni evidentemente non all’altezza. Codemasters, inoltre, accodandosi a quanto già fatto da altre aziende del settore, ha deciso di eliminare l’Online Pass. Il sistema di sicurezza utilizzato come deterrente per la vendita di giochi usati non è apparso utile al fine oltre a dare qualche problema a livello di immagine.