F1 2013: Vettel e Massa nel mirino della critica

da , il

    vettel massa critiche f1 2013

    Sebastian Vettel e Felipe Massa entrano oggi nel mirino della critica. Paradossalmente per ragioni opposte. Il pilota Red Bull viene ridimensionato da due ex colleghi come Jacques Villeneuve ed il predecessore a Milton Keynes David Coulthard. Secondo loro, non è un campione del calibro di Fernando Alonso o Lewis Hamilton ed i meriti delle sue vittorie sono soprattutto frutto del gran lavoro fatto da Adrian Newey sulla vettura. All’opposto, un’analisi di Autosprint rivela che Felipe Massa, nonostante guidi una buona Ferrari, è il pilota che ha collezionato più Gran Premi consecutivi senza vittorie nella lunga storia del Cavallino Rampante.

    Villeneuve e Coulthard: Vettel non è un grande

    David Coulthard è colui il quale ha lasciato a fine 2008 il sedile della Red Bull a Sebastian Vettel. Secondo lo scozzese, il 25enne tre volte iridato non può essere considerato un “grande”, poiché – come già anticipato – deve dare grossi meriti dei suoi trionfi ad Adrian Newey:“Penso che debba andare in altre squadre per accrescere il suo prestigio? Sì, lo credo – ha scritto nella sua rubrica ospitata dal Guardian – Seb è un buon pilota, un fuoriclasse. Ma non ha mai dovuto affrontare avversità fino ad ora come andare in una nuova scuderia o dover battagliare con un compagno di squadra altrettanto titolato. Nessuno dice che sia stata per lui una passeggiata quello che ha fatto. Ma vorremmo vederlo di fronte a qualche vera sfida”. All’incirca dello stesso avviso è stato Jacques Villeneuve che ad Auto Bild ha detto:“E’ molto veloce ma commette errori sotto pressione. Se è in testa, tutto va bene. Altrimenti non sa controllare i suoi nervi. La differenza tra lui e gente come Alonso o Hamilton è che loro sono sempre in grado di dare battaglia. In ogni circostanza ci sono. Da questo punto di vista, Vettel non mi ha impressionato”, ha ammesso il canadese. Come dite? Sono critiche ingenerose? Può darsi.

    Massa: record storico negativo nella storia della Ferrari

    Spetta a Felipe Massa il poco onorevole primato di pilota Ferrari con il più lungo digiuno di vittorie. E’ il magazine Autosprint a farlo notare. Dal successo del Brasile nel 2008 ad oggi, il pualista ha collezionato altre 68 gare senza mai salire sul gradino più alto del podio. Nessun altro pilota del Cavallino Rampante ha mai fatto così male. Prima di lui, il record spettava a Jean Alesi con 67 gare. Ad onor del vero ed a parzial discolpa di Massa, va chiaramente fatto notare che molti piloti della storia del team di Maranello non sono neanche mai arrivati a collezionare così tante partecipazioni a delle gare. Altrimenti, ci scommettiamo, avremmo visto ben altri nomi in ballo. A proposito di nomi, ecco come prosegue la particolare classifica: Michele Alboreto (55), Eddie Irvine (49), Clay Regazzoni (34), Stefan Johansson (31), Rubens Barrichello (30), Chris Amon e Gerhard Berger (27). Nella storia di tutti i tempi della Formula 1, invece, il record spetta all’italiano Andrea de Cesaris che ha corso ben 208 GP senza mai vincere.

    TUTTE LE FOTO DI SARAH WINKHAUS, NUOVA COMMENTATRICE DI SKY SPORT