F1 2013, Ferrari: le ragioni del flop di Alonso a Montecarlo [FOTO]

F1 2013

da , il

    F1 2013, Ferrari: le ragioni del flop di Alonso a Montecarlo

    Nel consueto briefing post-gara, la Ferrari ha riavvolto il nastro sul Gran Premio di Monaco 2013 di Formula 1 per capire cosa effettivamente sia andato storto. L’incidente di Felipe Massa, nel frattempo dimesso dall’ospedale senza conseguenze se non un po’ di dolore al collo, pare sia stato causato da un cedimento ad un elemento della sospensione anteriore sinistra. Quanto a Fernando Alonso, lo spagnolo inquadra così il problema:“Abbiamo fatto una brutta qualifica. Dopodiché siamo stati vittime del ritmo Mercedes che è stato lentissimo. In una gara a trenino come quella non puoi fare nulla”. Nessuno, invece, azzarda l’idea che la scuderia italiana abbia anche sbagliato completamente l’assetto cambiando quello discreto ottenuto nelle prove libere del giovedì con quello pessimo visto in azione già sabato mattina.

    Domenicali: “Ci siamo per il Canada”

    “Questo campionato sembra essere un vero e proprio saliscendi di emozioni. Ad un weekend positivo ne segue puntualmente uno negativo. Era stato così nelle prime quattro gare extraeuropee, e non sono cambiate le cose da quando siamo tornati nel vecchio continente – ha ricordato Stefano Domenicali - Posso confermare che non ci siamo esaltati quando abbiamo vinto, e neanche flagellati quando le cose sono andate peggio del previsto. Ma ora sarà importante trovare una costanza di rendimento”. Secondo il team principal, visto l’equilibrio presente nei valori in campo, è importante riuscire a racimolare ogni singolo punto in più:“Ogni punto è prezioso ed ogni centesimo di prestazione diventa importante. Abbiamo molto lavoro da fare nei prossimi giorni per preparare al meglio la trasferta di Montreal. Ci siamo tutti rimboccati le maniche concentrandoci sugli impegni che ci attendono”.

    Alonso: “Gara persa nelle qualifiche”

    “Una brutta qualifica ci ha fatto trovare indietro a lottare con dei piloti che non avevano nulla da perdere – ha ribadito Fernando Alonso nel comunicato ufficiale della Ferrari al termine del GP di Monaco 2013Con Perez,se non avessi saltato la chicane ci saremmo toccati, ugualmente in Bahrein, se non fossi andato fuori pista ci saremmo toccati. Anche quando mi ha attaccato Sutil abbiamo rischiato il contatto. A loro perdere il muso non cambia niente, noi invece rischiamo di perdere punti in campionato”, ha aggiunto l’asturiano. “Abbiamo sempre detto che Montecarlo è una gara particolare, unica, dove spesso si usano strategie diverse. Su altre piste puoi sorpassare e non vedi quello che abbiamo visto nei primi venti giri, con tutti i piloti in fila. Per questo non abbiamo ottenuto molto a Monaco, ma non credo che dobbiamo preoccuparci per il Canada, ha concluso.

    FOTOGALLERY: I VIP A MONTECARLO PER IL GP DI MONACO 2013 DI F1