F1 2013, Ferrari: spiegati il problema al DRS di Alonso e le forature di Massa in Bahrain [FOTO]

F1 2013: la Ferrari spiega perché si è rotto il DRS di Fernando Alonso in Bahrain e la Pirelli rivela le cause delle due forature a Felipe Massa

da , il

    F1 2013, Ferrari: spiegati il problema al DRS di Alonso e le forature di Massa in Bahrain

    La Ferrari ha analizzato i problemi avuti da Fernando Alonso e Felipe Massa nel corso dello sfortunato Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2013. Lo spagnolo ha dovuto fare i conti con la rottura del DRS e non è andato oltre l’ottavo posto. Peggio è andata al brasiliano che ha rimediato ben due diverse e distinte forature concludendo ben lontano dalla zona punti. Entrambi avevano il potenziale ben arrivare quantomeno sul podio. E ora Alonso si trova già a 30 punti di distacco da Vettel in classifica mondiale! Da Maranello, al termine del briefing post-gara, sono in grado di spiegare quanto accaduto in quel di Sakhir affinché non si ripeta mai più in futuro.

    DRS di Alonso: crack meccanico! Prima volta in tre anni

    La Ferrari conferma la versione dei fatti diramata a caldo. Quanto accaduto al DRS di Fernando Alonso in Bahrain è pura sfortuna. Si è rotta una banale componente meccanica, la solita utilizzata nel corso dei tre anni di esistenza dell’ala mobile posteriore. Il flap si era sollevato oltre la normale escursione prevista (5 cm). Ciò sta a dimostrare che non è un qualcosa legato al funzionamento del pistone idraulico che lo comanda. Secondo le stime, poter usare il DRS sul tracciato di Sakhir dà un vantaggio di quasi mezzo secondo al giro. Se il due volte iridato fosse rimasto in pista con l’ala aperta, fanno sapere da Maranello, avrebbe comunque avuto un consumo anomalo degli pneumatici posteriori. “Difficile ricordarsi una gara con tanti episodi negativi, determinanti per il risultato finale – ha ribadito Stefano Domenicali sul sito ufficiale della Ferrari - Il guasto al DRS ha impedito a Fernando, autore dell’ennesima grande prestazione, di lottare per la vittoria con Vettel, così come il doppio problema alla gomma posteriore destra ha spinto Felipe fuori dai punti e gli ha impedito di ottenere quel piazzamento fra i primi cinque che era alla sua portata”. Il team principal chiede ai suoi uomini di non trascurare più neppure il minimo dettaglio:“Dobbiamo lavorare con rinnovata attenzione tanto quanto si sta facendo già sullo sviluppo della vettura e sulla comprensione del comportamento degli pneumatici. In queste prime quattro gare della stagione non siamo riusciti a portare a casa, per vari motivi, tutti i punti che erano alla nostra portata - ha ricordato l’imolese – Per questo, il ritardo nelle due classifiche sembra essere abbastanza ampio, ma ciò non deve scoraggiarci, tutt’altro, anche perché abbiamo visto tante volte – sia a nostre spese, sia a nostro vantaggio – come le cose cambino in fretta”.

    Ferrari: solo detriti per le forature di Massa

    Nessun problema di natura strutturale sulle gomme. A costringere Felipe Massa a rimediare ben due forature nel GP del Bahrain 2013 sono stati dei detriti raccolti in pista. A questa conclusione è arrivata la Pirelli. “C’erano dei tagli - ha dichiarato Paul Hemberyabbiamo trovato i detriti che hanno causato quelle forature. C’erano pezzi di metallo e di carbonio”.

    Ferrari: addio a Franco Gozzi

    Se n’è andato ieri, all’età di 81 anni, una colonna storica della scuderia Ferrari: Franco Gozzi. “Direttore sportivo, addetto stampa, direttore della comunicazione, soprattutto uno dei più stretti collaboratori e confidenti di Enzo Ferrari…”, si legge sul sito del Cavallino Rampante. Così lo ha ricordato il presidente Luca di Montezemolo:“Ci ha lasciato una figura fondamentale nella storia della Ferrari. Di lui ricordo soprattutto le tante ore trascorse insieme a parlare di piloti ed automobili e gli sono grato per essermi stato vicino quando ero un giovane direttore sportivo della Scuderia”.