F1 2013, Hamilton in crisi: è colpa del cane Roscoe?

da , il

    F1 2013, Hamilton in crisi: è colpa del cane Roscoe?

    Pur di andare a capire come mai Lewis Hamilton non riesca ultimamente a tenere il passo del compagno Nico Rosberg, qualcuno ha scomodato persino il cane Roscoe. Presenza ormai abituale all’interno del box Mercedes, l’amico a quattro zampe potrebbe essere la spiegazione dell’atteggiamento troppo rilassato e non professionale tenuto dal campione del mondo 2008. Questa è l’opinione dell’ex pilota John Watson secondo il quale in McLaren non gli sarebbe mai stata concessa così tanta libertà:“Non c’è posto per un cane in Formula 1! Non è neppure gusto nei confronti dell’animale. Questo mostra che in Mercedes fanno troppo per compiacere Lewis. La McLaren non lo avrebbe assolutamente mai permesso. Lewis deve decidere se vuole essere un pilota di Formula 1 o una star dell’hip-hop”.

    Rosberg nell’Olimpo dei grandi?

    Vedere come Nico Rosberg ha tenuto a bada campioni della Formula 1 come Michael Schumacher prima e Lewis Hamilton poi, obbliga a fare una riflessione. Si sono dimenticati come si guida questi due, oppure il tedeschino è davvero un pezzo da Novanta? Le evidenze ci obbligano a propendere per la seconda ipotesi. In Canada si attendono conferme:“Il circuito di Montreal è piuttosto difficile per via della bassa deportanza e della severità con le gomme. Spero di ripetere il fantastico weekend di Monaco”, ha dichiarato Rosberg sul sito ufficiale della Mercedes. Lewis Hamilton ha aggiunto:“Il Gilles Villeneuve è un tracciato dove sono sempre andato forte e dove ho già vinto tre volte. Come stile non è molto diverso da Montecarlo e prevede un set-up simile adatto a salire sui cordoli, dunque mi aspetto di vedere le nostre monoposto davanti seppure bisognerà stare attenti agli pneumatici”. Secondo Toto Wolff, infine, il GP del Canada sarà il terreno ideale per capire se la vittoria di Monaco è stato solo un exploit o il segnale che il vento sia cambiato in quel di Brackley.

    Brawn: “Hamilton ha bisogno di tempo”

    Ross Brawn sa come risollevare le sorti di Lewis Hamilton. Il team principal dei tedeschi ricorda che l’ex pilota McLaren è comunque messo meglio in classifica mondiale e, a parte le ultime prestazioni, ha mostrato di valere tanto quanto il compagno di squadra. A differenza di Rosberg, inoltre, Lewis ha ancora grossi margini di miglioramento:“Solo il tempo potrà aiutare Hamilton. Migliorando la comunicazione si capirà cosa vuole il pilota dalla macchina. Lui cerca qualcosa di diverso rispetto a Nico. Il nostro obiettivo – ha concluso il britannico - è vedere due piloti molto vicini tra loro nelle prestazioni e saperli scontenti di essere arrivati secondi”.