F1 2013, la FIA ci ripensa: la Lotus è regolare! Boullier:”Puntiamo in alto!”

da , il

    F1 2013, ripensameto FIA: la Lotus è regolare! Boullier:"Puntiamo in alto!"

    Il tira e molla tra la Lotus e la FIA dovrebbe essere finito! Le carenature in gomma poste sulle sospensioni anteriori della E21 di Kimi Raikkonen e Romain Grosjean, inizialmente ritenute regolari, poi vietate, ora tornano ad avere l’approvazione del governo della Formula 1. Il tutto, fortunatamente, è andato in scena nel giro di qualche giorno. Per il Gran Premio della Cina in programma il prossimo 14 aprile, quindi, le vetture di Enstone potranno utilizzare la stessa configurazione delle prime due gare del 2013. A proposito di ciò, il team principal Eric Boullier si mostra molto fiducioso e dichiara:“La vera Lotus è quella vincente dell’Australia”. Restando sempre in tema di belle notizie, infine, registriamo altrettanto archiviata la polemica sullo splitter flessibile che ha investito, oltre alle vetture nero-oro, Red Bull e Mercedes.

    Ok alle sospensioni carenate

    La FIA ha inizialmente chiesto alla Lotus di togliere la seconda pelle in gomme che fascia le sospensioni anteriori e le “sigilla” alla scocca migliorando il passaggio dei flussi d’aria. Secondo i commissari di gara, si trattava di una sorta di dispositivo aerodinamico mobile. Ascoltate le ragioni della squadra di Enstone capitanata dall’ambizioso direttore tecnico James Allison, però, il governo della F1 – rappresentato dai soliti Charlie Whiting e Jo Bauer – ha deciso di fare marcia indietro.

    La vera Lotus è quella di Melbourne

    Qual è la vera Lotus? Quella vincente di Melbourne o quella anonima di Sepang? La domanda se l’è posta anche Eric Boullier ed ha trovato una risposta che lo soddisfa ampiamente:“Sepang non ha mostrato i veri valori in campo - si legge su gpupdate – ci sono state condizioni buone per Mercedes, Red Bull e Ferrari, ma non per noi. Se fosse stata una gara normale, avremmo raccolto ben altri risultati”. Secondo il team principal, sia Raikkonen che Grosjean hanno avuto problemi nella prima parte di gara a causa dell’asfalto umido:“Le qualifiche non sono state ottime e, ad inizio gara, abbiamo perso tempo. Successivamente non abbiamo avuto un cattivo passo ma non siamo stati in grado di gestire gli pneumatici come avremmo voluto”. Per il francese, in Cina si rivedranno le Lotus a battagliare per la vittoria grazie anche a nuovi accorgimenti tecnici:“Ci saranno modifiche che dovrebbero darci dei vantaggi sul giro secco. Dobbiamo migliorare sabato mentre sul passo gara siamo già ben messi”, ha concluso.

    Tutti salvi: Red Bull, Lotus e Mercedes sono regolari!

    Dal fronte delle verifiche tecniche arrivano altre buone notizie tanto per la già citata Lotus quanto per Mercedes e Red Bull. Anche la polemica sulla zona del T-Tray è rientrata. Alcuni insiders avevano fatto girare la voce che la FIA ritenesse eccessivamente flessibile lo splitter che si trova sotto alla parte anteriore delle monoposto in questione. Oggi arriva una importante smentita che segue alle parole di ostentata serenità uscite dalla bocca di alcuni tecnici delle scuderie chiamate in causa. Come spesso accade nel Circus: molto rumore per nulla…