F1 2013, Mercedes: problema gomme non ancora risolto

da , il

    F1 2013, Mercedes: problema gomme non ancora risolto

    La Mercedes avvisa i suoi piloti: i problemi di pneumatici che hanno colpito il loro passo di gara nei primi quattro Gran Premi di Formula 1 non sono ancora stati risolti del tutto. Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno dimostrato un ottimo potenziale sul giro singolo grazie alle caratteristiche della nuova W04 che porta a scaldare molto le gomme posteriori. L’altro lato della medaglia è una usura eccessiva ed una scarsa tenuta alla distanza. Secondo Ross Brawn, intervistato da Autosport, sono stati fatti buoni progressi ma, dato che la faccenda non era prevista, c’è ancora del lavoro da farci su.

    Brawn: “Progressi da valutare”

    “Abbiamo concentrato i nostri sforzi in due aree chiave – ha spiegato Ross Brawn - abbiamo ultimato il pacchetto di aggiornamenti per la Spagna ed abbiamo lavorato sulla comprensione della nostra mancanza di passo gara in Bahrain”. Il team principal parla di risultati tutti da valutare:“Abbiamo fatto dei progressi in quest’ultimo settore ma dobbiamo valutare gli sviluppi nel corso dei prossimi fine settimana. Non siamo ancora arrivati, ma stiamo facendo progressi che, naturalmente, devono funzionare non solo sulla carta”. Curioso di scoprire la qualità del lavoro fatto dal team è Nico Rosberg che ricorda quanto sia esigente il tracciato del Montmelò:“Sarà un fine settimana interessante perché vedere come le macchine si comporteranno a Barcellona ​​dovrebbe dare una buona idea di come sarà il resto della stagione”. Hamilton ha aggiunto:“Mi sento a mio agio in macchina ora e sappiamo le aree che dobbiamo migliorare. E’ stato fatto un grande sforzo per chiudere il gap dai migliori. Barcellona dovrebbe essere un buon punto di riferimento per valutare il nostro stato di forma visto che è qui che abbiamo lavorato la maggior parte del tempo durante i test pre-stagionali”.

    Mercedes: troppi cambiamenti sono un pericolo

    Si crede che Ross Brawn sia l’ultima testa della vecchia guardia Mercedes a dover saltare. Lui fa finta di nulla e si dice ancora ipermotivato a fare bene. Tuttavia gli staziona pesante, poco lontano, l’ombra di Paddy Lowe. L’ex direttore tecnico della McLaren è in attesa di raggiungere Brackley nel 2014. Nessuno si farà da parte? Secondo Brawn, sarebbe meglio lasciare l’organigramma del team così com’è. Troppi cambiamenti ci sono già stati:“Si deve sempre cercare di migliorare ma è molto facile danneggiare quello che si ha. L’evoluzione è una materia molto delicata”, ha dichiarato il britannico a Sporting Life ricordando che la scadente seconda metà del 2012 è stata determinata proprio dai tanti nomi nuovi arrivati a sostituire i vecchi. “Ora abbiamo un gruppo di persone molto motivate e le cose stanno iniziando a mettersi a posto”, ha concluso.