F1 2013, motori Renault irregolari? Allarme per Red Bull e Lotus

da , il

    F1 2013, motori Renault irregolari? Allarme per Red Bull e Lotus

    Vecchia storia, stessa storia. Nuova storia: siamo qui a parlare nuovamente di mappature irregolari che interessano i motori Renault che spingono – tra gli altri – il team campione del mondo in carica, leggi Red Bull, ed uno dei più tonici di questi test invernali, vedi Lotus. La vicenda è questa: la Federazione Internazionale dell’Automobilismo ha diramato una nuova direttiva tecnica a fine luglio 2012 in tema di mappature del motore senza specificare che queste modifiche sarebbero state estese anche all’anno 2013. Da qui la Renault ha pensato bene di iniziare il 2013 senza prenderla in considerazione e chiedendo di trovare un nuovo accordo entro l’inizio del campionato. Intanto, sia i tecnici di Milton Keynes capeggiati da Adrian Newey che quelli di Enstone guidati da James Allison hanno poggiato sulle vecchie mappature l’organizzazione portante del loro sistema di scarichi.

    Motori Renault: Red Bull e Lotus nei guai?

    Il punto è che, ignorando la direttiva tecnica del 2012, sia Red Bull che Lotus si sono spinte molto avanti nello sfruttare i gas di scarico per ottimizzarne gli effetti aerodinamici. Tutto inutile? Così ritiene sia la situazione Ross Brawn. Secondo il team principal della Mercedes, in perfetta sintonia con Luca Marmorini della Ferrari, i team motorizzati Renault hanno fino ad oggi fatto i conti senza l’oste [la FIA] e, nel momento in cui dovranno rivedere i propri piani, saranno costretti a farlo in modo drastico accusando inevitabilmente un serio handicap in termini di prestazione. Pochi dubbi ci sono, infatti, in merito al fatto che la Federazione considererà illegali le soluzioni dei francesi i quali di vedranno costretti, probabilmente, ad elemosinare l’ennesima – poco onorevole e tanto contestabile – deroga ai regolamenti.

    Lotus e Red Bull stupiscono tutti

    Ci mettiamo un altro nome in lista. E’ quello dell’ultimo arrivato Esteban Gutierrez. Il nuovo pilota Sauber c’ha messo poco per farsi un’idea su quali siano le monoposto più in forma del momento. Dopo i test di Barcellona, indica in Red Bull e Lotus le favorite per il mondiale 2013:“Mentre ero in pista ho guardato un paio di curve in particolare e sono rimasto sorpreso nel vedere il diverso comportamento delle monoposto. Anche dall’esterno è stato molto facile capire che la Red Bull è già in una buonissima posizione. Assieme alla Lotus - ha proseguito il messicano - sono le più stabili. Hanno molto più grip mentre gli altri tendono a muoversi molto di più. Loro non hanno mai incertezze e sono molto precise nell’inserimento”.