F1 2013, nuove regole FIA: addio scalini sul muso e super-DRS

Formula 1: la FIA introduce alcune novità nel regolamento 2013

da , il

    F1 2013, nuove regole FIA: addio scalini sul muso e super-DRS

    Arrivano delle novità per quel che concerne il regolamento tecnico della stagione 2013 di Formula 1. La FIA ha preso un paio di importanti decisioni su due argomenti molto dibattuti nel corso del 2012: da una parte è stata trovata una soluzione per eliminare gli antiestetici scalini sul muso senza obbligare i team a rivedere in modo sostanziale i propri progetti e senza rinunciare alle importanti questioni legate alla sicurezza; dall’altra è stata fatta chiarezza sulla regolarità o meno di sistemi tipo quello adottato dalla Mercedes, ribattezzato super-DRS, che sfruttano il movimento dell’ala mobile posteriore per generare ulteriori benefici aerodinamici.

    FIA: dal 2013 niente più scalini sui musi

    Sono semplicemente antiestetici. Eppure hanno fatto parlare molto. Ci riferiamo agli scalini sul muso delle monoposto. Con unica eccezione della McLaren, tutte le altre scuderie hanno risposto all’obbligo di abbassare l’estremità anteriore delle vetture – inserito per ragioni di sicurezza in caso di impatto frontale o laterale tra monoposto – creando una bruttissima interruzione nella linea della monoposto. Per ovviare a ciò, senza obbligare i team a rivedere in modo radicale i loro progetti, vale a dire senza far sborsar loro tanti soldi in ricerca, la Federazione Internazionale dell’Automobile ha previsto l’introduzione dal 2013 di un pezzo aggiuntivo, un pannello, ininfluente dal punto di vista aerodinamico, appositamente disegnato per risolvere la bruttura. Nel nuovo articolo 3.7.9, si parla di “pezzo singolo, non strutturale, composto di una lamina predefinita” che dovrà rispettare determinate dimensioni e precisi limiti. Il direttore tecnico della McLaren, Paddy Lowe, ha spiegato il perché di questa scelta:“Siamo tutti d’accordo con questa regola perché possiamo modificare con semplicità le attuali vetture. Il modo in cui è stato pensato non consente di avere vantaggi aerodinamici”. Solo estetici, appunto.

    Super-DRS no, altre furberie sì

    Passando dalla forma alla sostanza, ci troviamo a parlare del super-DRS. Il sistema inventato dalla Mercedes ad inizio 2012 che manda in stallo l’ala posteriore facendo aumentare la velocità in rettilineo in concomitanza con l’utilizzo dell’ala mobile, sarà vietato. L’articolo 3.18 del regolamento dice che “non è possibile modificare la geometria dei condotti né direttamente, né indirettamente”. Questa precisazione, però, dovrebbe lasciare aperta la porta a sistemi completamente passivi come quello che la Lotus sta faticosamente cercando di portare in pista nel corso degli ultimi Gran Premi.

    No sessioni di test a stagione in corso

    L’esperimento del test infra-stagionale del Mugello è un’esperienza che non sarà ripetuta. La FIA ha confermato che, al fine di salvaguardare i costi, in vista della stagione 2013 di Formula 1, ci saranno solo tre sessioni di test invernali e nessun’altra occasione per provare le vetture in pista da quel momento in poi se non nei weekend di gara. Pochi dubbi vi erano in merito. Molti team avevano espresso perplessità sull’utilità di questo genere di prove.