F1 2013, Raikkonen: “Non è un incubo… ma non sono felice”

da , il

    F1 2013, Raikkonen: "Non è un incubo... ma non sono felice"

    Kimi Raikkonen sostiene che non sarà felice fino a quando non si troverà in testa alla classifica del campionato 2013 di Formula 1. Il finlandese si è reso protagonista di un ottimo avvio di stagione grazie a tanta costanza di risultati ed alla vittoria nella gara inaugurale a Melbourne. Adesso è al secondo posto con soli 4 punti di distacco da Sebastian Vettel. “Non siamo in prima posizione per cui non possiamo essere troppo felici”, ha dichiarato a f1planet.com. “Certamente non è un incubo - ha aggiunto guardando avanti - ma devono venire ancora molte gare e tutto può accadere in Formula 1. Monaco è una sfida diversa e vedremo cosa accadrà quest’anno”. Nel 2012 partì solo ottavo e si trovo impantanato nel tipico traffico del Circuito di Montecarlo.

    “Certamente non commetteremo gli errori fatti l’ultima volta. Ci sono state un po’ di cose che non abbiamo fatto in modo giusto nel corso del weekend e ci hanno condizionato negativamente. A volte è così che vanno le cose. L’importante è non ripetere certi sbagli”, ha proseguito Kimi Raikkonen parlando della marcia d’avvicinamento della Lotus al Gran Premio di Monaco. “E’ un posto complicato per gareggiare perché è molto stretto e passare è praticamente impossibile. Dovremo veder come si comporteranno le gomme e se c’è qualche buona strategia da adottare. La cosa più importante, comunque, è qualificarci bene. E’ difficile sapere quanto sarà buona la macchina perché non puoi simulare le caratteristiche del circuito di Montecarlo. Abbiamo visto che la E21 è stata veloce dappertutto per cui possiamo sperare lo sia anche lì”. Come il biondo di Espoo ha più volte sottolineato, una buona fetta di vittoria se la giocherà sabato nelle qualifiche:“Faremo del nostro meglio ma, ovviamente, lo faranno anche gli altri. Proveremo ad essere in prima fila. Non è impossibile ma non sapremo il nostro potenziale fintanto che non saremo lì”, ha concluso.

    Lotus fiduciosa nel poter disputare una buona qualifica

    Ad aiutare Kimi Raikkonen a raggiungere la prima fila in griglia di partenza ci stanno pensando gli uomini della Lotus. Alan Permane pensa che stavolta la situazione dovrebbe essere migliore di un anno fa anche se ammette che non c’è da dare nulla per scontato:“Non è un segreto che stavamo cercando di migliorare in questa fase del weekend. Non abbiamo fatto un cattivo lavoro in questo senso. Abbiamo preso una prima fila in Cina e – ignorando Mercedes – eravamo a meno di un decimo dal front runner in Spagna. Non mi spingerei fino a dire che il nostro ritmo di qualifica è perfetto in quanto è chiaro che vi sono ancora miglioramenti da fare, ma abbiamo certamente fatto notevoli passi avanti sia nella comprensione di come ottenere il massimo dalle gomme sul giro singolo ,che nel bilanciare la configurazione tra qualifiche e ritmo gara”. La Lotus, come gli altri team, utilizzerà una specifica ad alto carico aerodinamico formata da alettoni posteriore e anteriore aggiornata ad hoc per le caratteristiche del circuito di Montecarlo. “Siamo fiduciosi, perché la macchina si è comportata bene ovunque quest’anno”, ha concluso Permane.