F1 2013, Red Bull: c’è una cosa da sapere prima della Malesia!

da , il

    F1 2013, Red Bull: c'è una cosa da sapere prima della Malesia!

    Il Gran Premio della Malesia sta arrivando. La seconda gara della stagione 2013 di Formula 1 mette tifosi e appassionati di fronte ad uno scenario che potremmo sintetizzare così: ci si aspetta una Red Bull dominatrice delle qualifiche ed una gran bagarre in gara con Ferrari e Lotus chiamate a confermare quanto di buono fatto in Australia. Tuttavia, c’è un qualcosa di non detto. O, almeno, non sottolineato abbastanza, che sta facendo pian piano capolino tra gli addetti ai lavori. C’è un’eventualità al momento troppo poco considerata che merita assoluto rilievo. Si sta parlando della Red Bull. E della possibilità che nel GP di Melbourne abbia sbagliato clamorosamente il setup per la gara non riuscendo a sfruttare al meglio le gomme. Si tratta di un errore grave ma difficilmente ripetibile. Pertanto, già da Sepang, la corazzata austriaca potrebbe ricominciare a rifilare un secondo al giro a tutti. Capito l’antifona?

    E’ la Lotus a lanciare l’allarme Red Bull

    Chris Horner, dopo il GP d’Australia, aveva dichiarato:“Abbiamo sbagliato a calcolare l’ottimale finestra di utilizzo degli pneumatici. La nostra macchina è stata comunque molto veloce”. In pochi se l’erano filato. Anche noi, colpevolmente, non abbiamo dato troppo risalto a queste parole. Recuperiamo adesso facendo notare che, se una Red Bull menomata da un assetto non ottimale ha chiuso al terzo posto con Vettel, figuriamoci cosa potrà fare quando sarà alla pari con gli altri. A rilanciare l’allarme è Eric Boullier che indica gli austriaci come temibilissimi e spiega il perché:“Le temperature più calde aiuteranno le gomme a lavorare meglio - si legge su Autosport - in Australia non è stato un fine settimana normale e non tutti sono riusciti a mettere insieme un buon setup. Penso che sarà un po’ più difficile per noi…”, ha concluso il team principal di una Lotus ancora incerta sul proprio reale potenziale.

    F1 2013, campionato delle gomme: ci risiamo!

    Anche la stagione 2013 di F1 va ribattezza “Formula gomme”. E meno male che siamo con un monomarca! Come nel 2012, gli pneumatici la fanno da padrona nel decidere le sorti dei GP. A tuonare contro questo “regime” è Niki Lauda:“E’ una situazione assolutamente stupida – ha detto alla Bild – non ce l’ho con la Pirelli che si limita a fare quanto ordinato dalla FIA, ma siamo al punto che per il 90% della gara nessuno tra il pubblico capisce cosa sta accadendo. Io posso farmi spiegare le cose dagli ingegneri della Mercedes ma i fans non possono! Le gomme troppo morbide non vanno bene. I tifosi non capiscono come mai si debbano fare più di due pit stop”. Nonostante l’austriaco tre volte iridato ce l’avesse soprattutto con la FIA, Hembery della Pirelli ha replicato con immediatezza:“A noi risulta che i tifosi siano contenti di vedere gare più emozionanti”.

    Vettel prolunga con Red Bull?

    Ogni tanto si deve parlare anche di questo. Secondo la stampa austriaca, Kleine Zeitung e Salzburger Nachrichten in testa, Sebastian Vettel avrebbe prolungato il suo contratto di un altro anno, fino al 2016. Che a Melbourne i lattinari avrebbero fatto alcune scelte importanti andando a coinvolgere anche Newey e Horner era risaputo. Nulla di ufficiale, però, è trapelato. Il pilota tedesco, infatti, ha commentato con le solite parole di circostanza:“Non mi interessa pensare ai contratti adesso. Posso solo dire che alla Red Bull mi trovo benissimo e non sento il bisogno di guardare altrove”.

    TUTTE LE FOTO DI SARAH WINKHAUS, NUOVA COMMENTATRICE DI SKY SPORT