F1 2013, Red Bull pit stop record: 2.05 secondi! Pericolo sicurezza?

Formula 1: lo sapevate che

da , il

    F1 2013, Red Bull pit stop record: 2.05 secondi!

    La Red Bull ha confermato che nell’ultimo Gran Premio di Malesia di F1 2013 è stato battuto il record mondiale di pit stop più veloce di tutti i tempi. Il nuovo limite è stato abbassato a 2.05 secondi! Il precedente riferimento era quello firmato McLaren nel corso del Gran Premio di Germania del 2012 con Jenson Button. Allora i meccanici di Woking fermarono il cronometro sui 2.31 secondi. Questione di decimi, ovviamente. A conferma che la scuderia della lattina energetica ha fatto un notevole passo in avanti tecnologico è un altro dato: sempre nel corso dell’ultima gara sul circuito di Sepang, in altre cinque occasioni è stato superato il record di Woking completando l’operazione in 2.13 secondi. Nel mezzo al gran caos scaturito dal caso della vittoria rubata da Vettel a Webber, arriva finalmente qualche buona notizia per Milton Keynes. Questa non è l’unica. Sembra anche che i sospetti di irregolarità siano caduti. Vedremo.

    Pit stop troppo veloci, pericolo sicurezza?

    Il record siglato Red Bull sembra abbia raggiunto il limite concesso dalla fisica. Pensare di fare meglio è oggettivamente molto difficile. Il dibattito sull’argomento allora si sposta sul tema della sicurezza. Nell’ultimo già citato GP di Malesia abbiamo assistito a diversi inconvenienti. Button ha perso una ruota; due Force India sono state costrette al ritiro; la Toro Rosso di Jean-Eric Vergne e la Caterham di Charles Pic si sono toccate; Hamilton ha sbagliato piazzola creando scompiglio. Nel 1994 fu introdotto il limite di velocità. Oggi, forse, è il caso di ridurre il numero dei meccanici in pit lane? Tre per ruota sono un po’ troppi? In altre categorie si è rivista questa cifra rendendo le operazioni non solo più “umane” ma anche più spettacolari. Adesso non si fa neanche in tempo a capire cosa sta succedendo che il pilota è di nuovo pronto per ripartire. Portando un po’ d’acqua al mulino dei difensori dei cambi gomme, all’inverso, va detto che è anche grazie a questi record che la Formula 1 legittima agli occhi del mondo il proprio prestigioso primato tecnologico.

    Red Bull, Lotus e Mercedes non sono irregolari?

    In questo articolo abbiamo parlato dei sospetti di irregolarità per Red Bull, Lotus e Mercedes. Ora che arrivano nuove informazioni in merito, sembra che la portata del problema vada drasticamente ridimensionata. Si era parlato di una flessione irregolare dello splitter che sta sotto alla monoposto, diretta conseguenza dell’adozione di assetti molto bassi sul davanti. A tornare sull’argomento è un corrispondente della BBC che riporta le parole dei tecnici di Lotus e Mercedes:“Mi è stato riferito che siamo di fronte a voci infondate. I team hanno superato i test e non devono apportare cambiamenti alle loro vetture”. A confermare la notizia è anche l’attenta testata Auto Motor und Sport:“Nessuna scuderia tra Lotus, Mercedes e Red Bull dovrà modificare lo splitter”, si legge su un articolo dedicato alla vicenda. Le opinioni a caldo, dopo il GP di Malesia, erano altre. Sembrava che la Federazione Internazionale dell’Automobile avesse “graziato” le scuderie obbligandole a porre rimedio entro il prossimo Gran Premio della Cina in programma tra dieci giorni.

    Vota la ragazza più bella del paddock!

    sfida paddock girls derapate

    Come da nostra tradizione, nelle prime due gare vi abbiamo mostrato ogni tipo di foto possibile e immaginabile dei Gran Premi di Formula 1, incluse le nostre amiche Paddock Girls, le ragazze più belle che circolano nei box di tutto il mondo. Qui potete vedere quelle dell’Australia, qui quelle della Malesia. Ma ora Derapate.it vi propone una novità: votate la vostra paddock girls preferita! Per farlo è semplicissimo: CLICCATE QUI ed accederete alla nostra battaglia tra le ragazze più belle della Formula 1.Per votare basta cliccare sulla foto o sul nome in basso. Cosa aspetti, partecipa anche tu!