F1 2013, Red Bull: “Sei titoli in tre anni, siamo sempre più forti” [FOTO]

Chris Horner traccia un bilancio e fissa gli obiettivi della Red Bull per il mondiale di F1 2013 alle porte: "Ogni anno più forti", dice

da , il

    F1, GP di Corea La Gara

    AP/LaPresse

    Sei titoli iridati in tre anni, tra campionati piloti e costruttori. Là dove hanno fallito grandi marchi come Bmw, Toyota, Honda, è riuscita la Red Bull. C’è poco da contestare al team anglo-austriaco: ha saputo osare, azzardare, inventare soluzioni al limite del regolamento. Ha puntato sul talento coltivato in casa. Ha avuto ragione. Chris Horner guarda all’inizio del mondiale con la fiducia di chi sa di poter contare su una monoposto vincente e il miglior progettista sul mercato. Ripetere l’impresa e puntare al poker iridato? Obbligatorio.

    Si affaccia al Gran Premio d’Australia con la forza del vincitore e lo spiega al Red Bullettin: «La cosa più difficile è ottenere 6 titoli in tre anni e poi difenderli», spiega nell’intervista.

    Con parole più diplomatiche di quelle usate lo scorso anno da Helmut Marko, quando disse di una “congiura” contro la Red Bull da parte di McLaren e Ferrari, Horner disegna la realtà delle cose: «Tutti provano a batterti, dobbiamo convivere con questa situazione e ne siamo orgogliosi. Siamo ancora un team giovane, non dovete dimenticare che siamo alla nona stagione quest’anno».

    Tempo record, perché in meno di un decennio il team di Milton Keynes ha raggiunto la vetta e ciclicamente è lì a combattere ogni anno. Vittorie maturate diversamente quelle dei tre mondiali, come ammette lo stesso Horner: «Dei tre campionati vinti, il 2012 è stato di certo il più difficile. Nel 2010 avevamo la miglior macchina, nel 2011 una forte organizzazione. Siamo cresciuti di anno in anno, sempre più forti».

    Il merito che va dato alla Red Bull sul lato tecnico lo scorso anno è di aver saputo recuperare quello che il regolamento le aveva tolto, il punto di forza principale: gli scarichi soffiati. E per il 2013? Cosa ci si deve attendere? Horner dice parole interessanti e non banali, perché fa una selezione specifica nell’elencare gli sfidanti: «Ci siamo noi, Alonso con la Ferrari, Button sulla McLaren. La Lotus avrà ancora una macchina forte e la Mercedes si è riposizionata con Hamilton». A leggere tra le righe, quel mettersi davanti a tutti suona come un’auto investitura: “i campioni in carica siamo noi e saremo ancora davanti”, sembra voler dire. Anche specificare il nome di Alonso anziché genericamente la Ferrari, va letto in un certo modo, riconoscendo allo spagnolo un valore aggiunto fondamentale all’interno del Cavallino rampante.

    Infine, un accenno sul 2014 e l’approccio in fabbrica: «Avere la RB9 pronta in tempo è stato uno sforzo erculeo, al momento sulla RB10 (il modello 2014, ndr) lavorano meno di 10 persone e per tutto l’anno moduleremo l’impegno a seconda delle necessità».

    FANTA F1 di Derapate al VIA!

    Eccoci di nuovo a parlare del FantaF1. Il tradizionale gioco on line di Derapate.it riparte con la nuova stagione di Formula 1. Se pensi di poter indovinare chi otterrà la pole e i primi otto classificati di ogni Gran Premio, allora non perdere tempo: iscriversi è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2013 del Fanta F1!