F1 2013 test, Ferrari: Massa raccoglie dati sul bagnato

da , il

    F1 2013 test, Ferrari: Massa raccoglie dati sul bagnato

    Sul circuito di Barcellona c’è la pioggia nella quarta ed ultima giornata della seconda settimana di test invernali del 2013. La Ferrari manda in azione, come da programma, Felipe Massa. Il brasiliano è riuscito a completare 80 giri, il più veloce dei quali ha visto fermare il cronometro sull’1.27.553. “Oggi è stata una giornata difficile per tutti ed è un peccato che le condizioni meteorologiche abbiano rovinato l’ultimo giorno di prove – ha affermato il paulista ricordando che la scuderia italiana ha modificato il piano di lavoro apposta per saggiare il comportamento della F138 sull’umido – Avrei voluto continuare il lavorare iniziato ieri da Fernando sugli pneumatici e sugli assetti ma l’imprevedibilità del clima ha reso molto difficile fare valutazioni accurate sul comportamento della vettura”.

    Massa: “Comunque utile girare sul bagnato”

    “Non appena la pioggia ci ha dato un attimo di tregua, ho completato un long run usando le mescole medie: la pista era molto fredda e ancora scivolosa ed è stato difficile scaldare le gomme e ottenere un confronto preciso tra rendimento e degrado – ha proseguito Felipe MassaNel pomeriggio, la pista bagnata non ci ha permesso di tornare alle slick e quindi ci siamo concentrati su qualche prova di set-up con le gomme intermedie: ho provato diverse configurazioni aerodinamiche e sono soddisfatto del comportamento della vettura. Certo, avrei preferito girare con condizioni migliori ma è stato comunque utile avere un riferimento sul bagnato.”

    Lotus: felici ma non fiduciosi

    Secondo gli addetti ai lavori, quando si farà sul serio, dovremmo aspettarci delle belle sorprese dalla Lotus. Non è del tutto convinto il capo del team:“Fiducioso no! ma felice sì - ha dichiarato Boullier ad Autosport commentando le proprie sensazioni in merito alle prestazioni della macchina – So che nei prossimi test tutti cominceranno a portare in pista le specifiche che saranno usate a Melbourne quindi vedremo nel prossimo fine settimana come procede e potremmo trarre qualche conclusioni. Comunque, la gara è a Melbourne”. La Lotus si aspetta di fare un buon passo in avanti con le novità tecniche ma crede che anche gli altri faranno altrettanto:“Spero che da oggi in poi nessuno trovi un secondo di prestazione”, ha ammesso il manager francese. Immancabile un commento sulle gomme:“Sembra che il degrado sia maggiore ma abbiamo anche visto lo scorso anno che quando faceva freddo ed erano fuori dalla temperatura di esercizio non si comportavano in modo prevedibile. Per saperne di più, quindi, ci servono climi più caldi”.