F1 2013, test: Webber il primo sulla Red Bull; Kubica prova in DTM

da , il

    AP/LaPresse

    Si avvicinano i primi test invernali di Jerez, in scena dal 5 al 8 febbraio prossimi. In casa Red Bull, confermato che la scuderia scenderà in pista con la nuova monoposto, la RB9, toccherà a Mark Webber il debutto, come già avvenuto lo scorso anno. L’australiano guiderà per due giornate, prima di cedere il volante a Sebastian Vettel i 7 febbraio.

    Sempre la Spagna sarà teatro dei test del campionato turismo tedesco, questa volta sul tracciato di Valencia dove ritroveremo Robert Kubica. Il polacco proverà la Mercedes Classe C coupé dopo essersi cimentato a lungo nei rally negli ultimi mesi.

    Fa parte di quel programma di riabilitazione annunciato dallo stesso Kubica in occasione del rientro al Rally Ronde Gomitolo di Lana, vinto a bordo di una datata Subaru Impreza. La possibilità di provare una Mercedes ha scatenato le voci di un avvicinamento alla casa tedesca in caso di future chance per tornare in Formula 1. L’annuncio è stato dato dal nuovo direttore esecutivo della divisione motorsport, Toto Wolff: «Robert ci piace a tutti, è davvero speciale. Quel che vogliamo fare come Mercedes è dargli l’opportunità di fare un vero test in un’auto da corsa, verificando come si comporta e le sue sensazioni. Non è ancora allenato al 100% e salirà per la prima volta su una vettura con [tanto] carico aerodinamico. Credo dovremo partire da qui».

    Il test darà la possibilità al polacco di misurare lo stato attuale del recupero, confrontandosi con le sollecitazioni e i G di quelli che di fatto sono prototipi a ruote coperte, conservando allo stesso tempo tanto spazio per la mobilità del braccio destro, vero problema che impedisce a Kubica di calarsi nell’abitacolo di una monoposto di F1.

    A 28 anni ha ancora il tempo per poter far bene nel mondiale se dovesse recuperare pienamente la funzionalità del gomito e braccio destro. L’augurio non può che essere per un costante progresso.

    Kobayashi prossimo tester Pirelli?

    Sul finire della scorsa stagione, per Kubica sembrava potesse esserci la possibilità di girare in pista nella veste di tester Pirelli. Oggi, in attesa dell’ufficialità prevista all’appuntamento di Milano dove il gommista italiano presenterà la gamma di pneumatici per la Formula 1 2013 e gli altri campionati in cui è impegnato, spunta il nome di Kamui Kobayashi.

    Il talento nipponico, stritolato dalla crisi economica che porta i team a vendere il sedile al miglior offerente, ha raccolto importanti somme con una sottoscrizione online, tuttavia le porte della Formula 1 sembrano al momento chiuse. Fa capolino l’opzione Pirelli, un ripiego interessante in attesa di trovare spazio nel 2014 come annunciato dallo stesso pilota. Poco senso avrebbe la rincorsa a un sedile in Caterham o Marussia, condizionate da monoposto di bassa classifica. Più fruttuoso maturare nuove esperienze nello sviluppo delle gomme, da sfruttare al rientro.