F1 2014, Allison: “Ferrari al lavoro in tutte le direzioni”, Alonso pessimista per il Bahrain

Formula 1 2014: la Ferrari si prepara al GP del Bahrain con la speranza di dare continuità ai progressi della F14 T

da , il

    GP Bahrain F1 2014; cosa aspettarsi dalla Ferrari?

    La stagione 2014 di Formula 1 non è iniziata brillantemente per la Ferrari. Si sa. Fossimo in un’annata normale, avremmo già un 99% di ragione nel dire che non ci sono speranze di rimonta. Invece, le tante novità tecniche portano a molte aree ancora da scoprire a fondo lasciando inesplorati degli ampissimi margini di miglioramento. Per queste ragioni, a Maranello lavorano a 360° sulla F14 T. La battaglia non si gioca su chi abbia tirato fuori il progetto migliore in inverno ma su chi sappia raggiungere prima il massimo del potenziale a propria disposizione gara dopo gara. Può persino accadere, quindi, che la Mercedes - ben più avanti degli altri – veda una battuta d’arresto nella crescita prestazionale ben prima di Red Bull o Ferrari. In questo spera il direttore tecnico James Allison che, su ferrari.com, racconta lo stato dell’arte. Per il breve periodo, però, leggasi imminente GP del Bahrain in programma domenica, Fernando Alonso fa capire che non c’è da farsi illusioni. Seguite QUI in diretta il secondo turno di prove libere.

    [sondaggio id="423"]
    F1 2014, Allison: "Ferrari al lavoro in tutte le direzioni", Alonso pessimista per il Bahrain
    LaPresse

    Allison: “L’aerodinamica conta ancora molto”

    “Siamo impegnati in modo costante e con la massima dedizione in tutte le aree di potenziale sviluppo. In Malesia abbiamo portato un aggiornamento che si è rivelato utile e ci ha permesso di avere una vettura più competitiva rispetto alla prima gara, ma tutta la squadra sa bene quanto grande sia ancora la sfida che ci troviamo davanti - ha spiegato James Allison - Non stiamo trascurando nulla. Si è parlato molto dei nuovi propulsori sulle vetture 2014, ma raramente è stato detto che l’1% della potenza del motore non è poi così diversa nei suoi effetti sul cronometro dall’1% dell’efficienza aerodinamica.” Buona notizia per i tifosi italiani, il direttore tecnico della Ferrari vede di fronte a sé un percorso ben definito e di grande spessore:“Il programma di sviluppo continuerà a lavorare sull’efficienza della F14 T: gli interventi su aerodinamica, power unit e meccanica, gara dopo gara ci aiuteranno ad avvicinare chi ora è davanti e, se saremo in grado di tenere il passo con i progressi fatti tra Melbourne e Malesia, potremo presto iniziare a dire la nostra con entrambi i piloti e in Campionato”.

    Alonso: “Rivali molto forti”

    Fernando Alonso, intervenuto sul sito ufficiale della Ferrari, conferma i progressi raccontati da Allison:“Rispetto all’ultimo test in Bahrain abbiamo fatto grossi passi avanti per quanto riguarda la gestione della potenza elettrica e di quella termica nella power unit”. Lo spagnolo prevede un GP del Bahrain assolutamente critico. Non solo per la Ferrari:“L’aspetto più difficile da gestire sulla pista di Sakhir è senza dubbio quello della frenata: ci sono rettilinei molto lunghi seguiti da frenate secche cui fanno seguito curve da bassa velocità e poi altri rettilinei. Per questo la performance dei freni è fondamentale oltre ad avere una buona velocità di punta. In Australia è stato importante risparmiare carburante, in Malesia ci siamo dovuti concentrare maggiormente sulla gestione delle gomme. Io credo che il Bahrain potrebbe essere una combinazione tra le prime due gare. Ci aspettiamo una corsa dura, sappiamo che alcuni dei nostri rivali sono molto forti ma noi dobbiamo puntare in alto per recuperare il gap da loro il più presto possibile”.

    Raikkonen: “Buon assetto è fondamentale”

    Kimi Raikkonen non è ancora riuscito a disputare una gara normale. Sia per contatti subiti al via dei primi due GP del 2014, sia perché sta faticando a trovare il miglior feeling con la Ferrari F14 T. Il circuito di Sakhir potrebbe essere il luogo giusto, vista anche l’esperienza accumulata durante l’inverno:“Torniamo in Bahrain dopo i test invernali con l’esperienza che ci viene dalle prime due gare della stagione. In Bahrain dobbiamo fare buon uso di quanto abbiamo imparato fin qui. C’è ancora molto lavoro da fare ma tutti nel team stanno dando il massimo per ottimizzare il nostro potenziale il più velocemente possibile. Non ci sono molte curve sulla pista di Sakhir ma è sempre piuttosto difficile ottenere un giro perfetto perché è complicato conciliare i settori veloci con le curve da affrontare a bassa velocità. La chiave sta nel trovare il prima possibile il giusto assetto: se ci si riesce, via via che il weekend progredisce la vettura migliora costantemente”, ha dichiarato Iceman nel comunicato ufficiale della Ferrari.

    Continua il Fanta F1 di Derapate!

    Gp Valencia 2012, la gara

    Neanche una settimana di pausa e già è ora di fare il vostro pronostico per il Fanta F1 2014. Su chi scommettete per la Pole Position? E per i primi 8 classificati? Avete tempo fino a mezzanotte di venerdì per decidere su chi sarà il Poleman, ma la scelta vi consigliamo di farla, naturalmente, dopo le prime due sessioni di prove libere. Per farlo è semplicissimo, basta cliccare in questo link, mentre il regolamento del gioco, lo trovi qui. Gioca insieme a noi, puoi essere il vincitore dell’edizione 2014 del Fanta F1!