F1 2014, Alonso: “Nuove macchine troppo brutte rispetto al fascino della F1″

F1 2014: Alonso critica le forme delle nuove macchine che, a suo dire, non sono belle quanto dovrebbero esserlo per la categoria regina del motorsport

da , il

    Fernando Alonso

    Secondo Fernando Alonso, gli ingegneri dovrebbero darsi da fare e tirar fuori non solo macchine veloci. Ma anche più belle. L’indicazione non è diretta, ovviamente, solo agli uomini della Ferrari. Anzi, a loro chiede una F14 T semplicemente più forte della concorrenza. S’intende. Tuttavia lo spagnolo tiene a puntualizzare che certe scelte stilistiche sono talmente bizzarre da non essere coerenti con lo spirito della Formula 1. La categoria regina del motorsport – difficile dargli torto – si fa prima vanto di tecnologie esasperate e, parallelamente, porta in pista auto dalle forme quantomeno bizzarre e, soprattutto, fine a loro stesse.

    “Penso che dobbiamo essere onesti con i nostri tifosi e con noi stessi prima di tutto – ha dichiarato Fernando Alonso alla CNN parlando delle forme delle nuove vetture – Non sono abbastanza buone, perché la gente guarda la Formula Uno come eccellenza del motorsport e anche di aerodinamica, così come eccellenza di prestazioni e tecnologia. E quando vedi quei musi delle nuove macchine non sembra proprio coerente con tutto quello che ci diciamo”. Secondo l’asturiano, però, ci sarebbe del margine per fare di meglio:“Penso che dovremmo trovare soluzioni diverse. Gli ingegneri sono abbastanza intelligenti per rendere le auto tanto veloci quanto più belle”.

    Alonso: “Raikkonen è di grande aiuto per me”

    Nella stessa intervista, Alonso ha fatto cenno anche al rapporto con Kimi Raikkonen. Sarà questo uno dei temi più caldi dell’anno:“Penso che abbia molto talento e questo è di grande aiuto e di grande stimolo per me così come per la squadra che sa di dover sfornare una buona macchina a dei piloti che saranno in grado di ottenere buoni risultati. Dal canto mio, so che dovrò fare del mio meglio per riuscire a stare davanti a Kimi”, ha concluso.

    Ferrari riconferma tutti i test driver

    Nonostante i test siano merce rara in Formula 1, la Ferrari ha annunciato ufficialmente la riconferma di ben tre piloti in quel ruolo. Sono gli anzianotti, esperti sarebbe meglio dire, Pedro de la Rosa e Marc Gene ai quali resta unito Davide Rigon che ha rinnovato la collaborazione con il Cavallino Rampante per altri due anni. A suo favore hanno giocato gli ottimi feedback dati in sede di simulatore. Quanto agli spagnoli, daranno sicuramente un grande supporto emotivo al loro connazionale Alonso e, parallelamente, saranno sfruttati al meglio come uomini immagine per partecipare ai tanti eventi promozionali reclamati dagli sponsors.