F1 2014, Ferrari con Raikkonen: Alonso sotto sotto gode…

C’è chi dice che il ritorno di Kimi Raikkonen in Ferrari a partire dalla stagione 2014 di Formula 1 sia una gran bella gatta da pelare per Fernando Alonso

da , il

    F1 2014, Ferrari con Raikkonen: Alonso sotto sotto gode...

    C’è chi dice che il ritorno di Kimi Raikkonen in Ferrari a partire dalla stagione 2014 di Formula 1 sia una gran bella gatta da pelare per Fernando Alonso. Lo spagnolo per la prima volta in carriera si troverà di fronte un campione vero con tanto di certificazione datata 2007. Andrà in crisi. Così come quando nel 2004 Jarno Trulli alzò la cresta e – narra la leggenda “Briatoriana” – fu allontanato dal team per non destare altri disturbi. Ancor di più come nel già citato 2007 quando Lewis Hamilton lo costrinse indirettamente a fare in fretta le valige dalla McLaren e l’asturiano si dichiarò vittima di chissà quale complotto orchestrato ai suoi danni da Ron Dennis. Ben gli sta – qualcuno grida convinto – Così impara a fare troppo il gallo nel pollaio. “La Ferrari conta! I piloti vanno…”, ha recentemente ricordato il presidente Montezemolo. Ebbene, costoro potrebbero restare delusi. Forse forse. Sotto sotto. Senza dirlo a nessuno. Alonso gode. Gode come un riccio. Ora! Ecco perché…

    Fernando Alonso è un gran manico. Inutile discutere la cosa. Fernando Alonso è anche un grande atleta con un fisico olimpico capace di spingere come un animale dal primo all’ultimo giro mantenendo sempre un livello di lucidità sconvolgente per chi lo segue dal muretto. E’, infine, colui che guida lo sviluppo della Ferrari da ormai 4 stagioni indiscutibilmente. Raikkonen su questi fronti è in svantaggio. Per quanto gli si voglia bene, dobbiamo ammettere che perde 3 a 1. L’1 sta per il talento. Presente in entrambi. Non discutiamo ora dove qualche milligrammo in più e dove qualche milligrammo in meno. Tanto non ne usciremo mai vivi. Ok?

    Fernando Alonso ha una grandissima occasione per mettere qualche punto fisso nella sua carriera di pilota fino ad oggi troppo avara di titoli. Mi spiego meglio: se l’asturiano asfalta Kimi, chi mai potrà negare che sia uno dei più forti di tutti i tempi? Lui lo sa. E gode.

    Gode all’idea di avere a suo fianco un avversario sopravvalutato dalla critica, osannato dal pubblico, ma non alla sua altezza. Ed in parte ha ragione.

    Raikkonen non passerà mai ore al simulatore (non fosse altro per i ben noti problemi di cinetosi e nausea). Non farà mai giorni e giorni di palestra/corsa/bici,nuoto,etc per avere un fisico tirato come una corda di violino. Non si limiterà a mangiare del riso in bianco e bere succo di frutta in ogni fine settimana di gara.

    Alonso sì. Ed a certi livelli non si può regalare tali vantaggi all’avversario. Soprattutto se è quello che guida la tua stessa macchina!