F1 2014, Ferrari divide i ruoli di Allison e Fry e svela il motore V6 turbo 059/03

La stagione 2014 di Formula 1 della Ferrari sta iniziando in questi giorni con la presentazione del nuovo motore V6 turbo, la divisione dei ruoli tra Allison e Fry, il nuovo ingegnere di pista di Raikkonen e

da , il

    Fonte foto: Ferrari

    La stagione 2014 di Formula 1 della Ferrari sta iniziando in questi giorni. Oggi, potremmo dire per trovare una data certa sul calendario. Oggi è stato presentato il nuovo motore V6 turbo. Oggi siamo in grado, in accordo con quanto riportato da Autosprint, di raccontarvi il nuovo organigramma della Gestione Sportiva di Maranello. La promozione di Antonio Spagnolo da veicolista di Alonso a ingegnere di pista di Kimi Raikkonen in sostituzione d Rob Smedley che ha seguito Felipe Massa in Williams è solo una delle tante modifiche. La più importante riguarda la già tanto chiacchierata ripartizione dei ruoli tra l’attuale direttore tecnico James Allison e l’ormai ex Pat Fry.

    F1 2014: nuova organizzazione di ruoli in casa Ferrari

    Dopo 3 anni e risultati altalenanti, in definitiva non all’altezza delle aspettative, Pat Fry lascia del tutto il timone dello sviluppo della monoposto a James Allison che diventa direttore tecnico con il 100% delle responsabilità. Fry farà ciò che meglio gli è riuscito fino ad oggi, vale a dire supervisionare le attività in pista con il delicatissimo ruolo di dirigere anche le strategie. Nikolas Tombazis resta il progettista di riferimento alle dirette dipendenze di Allison e beneficia ancora della superconsulenza del vincente Rory Byrne (uno dei pochi ad aver battuto Adrian Newey…). Il nome destinato a fare la valige è meno noto ai più: si tratta del vecchio coordinatore degli ingegneri di pista, Steve Clark, sostituito di fatto dal già citato Fry.

    Ferrari: nuovo motore V6 turbo in arrivo!

    Oggi è stato svelato dalla Ferrari, in quel di Maranello, il nuovo motore V6 turbo che esordirà nella stagione 2014 di F1. Il nome in codice è 059/3. Nessuno ha potuto ancora vederlo dal vivo ma ci si è dovuti accontentare di immagini in 3d comunque più precise delle foto diffuse in passato da Mercedes e Renault. Le novità più interessanti della nuova stagione, oltre al turbo, sono la crescita di importanza della propulsione elettrica aggiuntiva che da 6 secondi per giro di pista passa a 33”, l’aggiunta dell’ottava marcia e il ritorno del limite massimo di carburante imbarcabile fissato a 100kg a gara contro i circa 120kg utilizzati dai motori del 2013. Il resto, lo trovate sotto.