F1 2014, Ferrari: “Impossibile recuperare su Mercedes, motore non unico problema”

Formula 1: Mattiacci spiega che i problemi della Ferrari e come sia possibile o impossibile recuperare il divario dalle Mercedes

da , il

    F1 2014, Ferrari: "Impossibile recuperare su Mercedes, motore non unico problema"

    Secondo Marco Mattiacci, per la Ferrari sarà impossibile colmare il divario che in questa stagione 2014 di Formula 1 separa la F14 T dalle Mercedes. In un’intervista ad Autosport, il team principal della Rossa fa sapere che i piani di rinascita stanno prendendo corpo ma che le criticità da risolvere non riguardano solo la power unit che, oltretutto, non potrà conoscere grossi sviluppi dato che i progetti sono congelati da regolamento. Il direttore tecnico James Allison sta lavorando a tempo pieno al progetto 2015 con l’obiettivo di uscire dal convenzionale ma, che la missione sia ardua, lo conferma persino l’ex Stefano Domenicali il quale, anziché lavarsene le mani, ammette con grande correttezza che il suo successore non potrà fare miracoli e che il dominio Mercedes è destinato a durare per alcuni anni.

    Mattiacci: “Non chiedetemi dettagli sui nostri piani”

    “I regolamenti non consentono di lavorare in modo radicale sui motori per chiudere il nostro gap, quindi non saremo in grado di colmare il divario visto che si può intervenire solo per risolvere problemi di affidabilità”, ha dichiarato un realistico Marco Mattiacci. “Dopo il Canada era importante fare un incontro per stare insieme, per parlare, per capire che c’è una chiara direzione e per fare il punto sulle nostre debolezze – ha proseguito il team principal della Ferrari - stiamo lavorando per riempire quelle lacune ma non chiedetemi i dettagli del nostro piano di lavoro, non ve li dirò perché non voglio dare un ulteriore vantaggio agli avversari.” Secondo l’uomo venuto dagli Stati Uniti, è difficile pensare ad una rapida risalita:“Abbiamo fatto qualche progresso ma anche gli altri non sono stati a guardare. Il nostro punto di riferimento restano, comunque, le Mercedes. Tutti gli altri, noi compresi, hanno alti e bassi ma noi speriamo di avere risorse e tecnologie per crescere di più rispetto ai competitor”.

    Ferrari: problema non è solo il motore

    Mattiacci chiarisce anche che non è solo il motore a far penare la Ferrari:“Non voglio puntare il dito contro una zona specifica, non sarebbe giusto dato che non credo che il motore sia l’unico problema. E’ il pacchetto complessivo a non essere competitivo ed è chiaro a tutti che la Mercedes ha fatto un buon lavoro con la power unit”. Un commento in merito arriva anche da Fernando Alonso:“Non potendo toccare il motore, non possiamo fare grossi cambiamenti ma penso che per il 2015 qualcosa di meglio potrebbe succedere visto che ci sono grossi margini di crescita nel lavoro sulle monoposto e c’è ancora modo di recuperare terreno”.

    Domenicali:”Dominio Mercedes destinato a restare”

    Qualche altro personaggio, al suo posto, si sarebbe già messo a sparare a zero – pur se senza una vera logica – contro gli scarsi risultati ottenuto dal suo successore. Stefano Domenicali ha un altro stile. Secondo alcuni, è proprio per questo suo modo di essere troppo poco “bastardo” che gli è mancato qualcosa quando è stato al timone della Ferrari. Ora che è un semplice osservatore, dice la sua dando vagonate di alibi a Mattiacci ed i suoi uomini:Mercedes ha fatto un ottimo lavoro e manterrà questo vantaggio per lungo tempo. Per chiudere il gap in una situazione in cui la regolazione è più o meno congelata è molto difficile. Spero che gli altri saranno in grado di colmare il divario presto, però, perché in questa fase è necessario avere gare che sono emotivamente coinvolgenti. Se si perde la passione ciò non sarebbe buono“, si legge su f1passion.