F1 2014, Ferrari: Mattiacci propone di eliminare il divieto di sviluppare i motori

formula 1: la Ferrari con Mattiacci ha proposto ai team di rivedere il blocco sullo sviluppo dei motori

da , il

    F1 2014, Ferrari: Mattiacci propone di rompere il divieto di sviluppare i motori

    Marco Mattiacci propone. Ed il dibattito si accende. Il team principal della Ferrari di Formula 1, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, in occasione dell’ultimo meeting con i suoi pari grado delle altre scuderie e Bernie Ecclestone che si è tenuto lo scorso weekend a Spa, ha insistito affinché fosse rivista la norma che blocca lo sviluppo dei propulsori . Secondo il capo della Gestione Sportiva di Maranello, sarebbe opportuno prevedere dei periodi, delle finestre temporali, all’interno delle quali consentire alcune manovre. Applausi alla proposta arrivano anche dalla Red Bull che, confermato il matrimonio con la Renault, patisce gli stessi problemi del Cavallino Rampante.

    Marco Mattiacci prova a far valere da subito il peso specifico che la Ferrari può vantare all’interno della F1 per provare a dettare alcune delle sue condizioni. Riuscirà su questo fronte a fare meglio di Stefano Domenicali? L’incontro che doveva servire a ragionare sul futuro della Formula 1 e dello spettacolo a 360 gradi, si è invece rivelato – sostanzialmente – un meeting monotematico per discutere sulla regola che congela e blocca lo sviluppo dei motori. La proposta della Ferrari è chiara: inserire delle finestre temporalmente limitate nelle quali è possibile lavorare sulle power unit per svilupparle. Ovviamente i capi della Mercedes, Niki Lauda e Toto Wolff, si sono opposti. Secondo loro non è giusto cambiare le regole in corsa solo per favorire chi ha fatto peggio anche perché questo atteggiamento farebbe di nuovo salire i costi. Come dar loro torto? Proprio il contenere le spese sta alla base della norma che impedisce di sviluppare i motori. Secondo Mattiacci, però, queste uscite extra potrebbero essere compensate ampliando l’offerta di Formula 1 da dare ai tifosi, creando più eventi ad hoc in occasione degli weekend di gara o più eventi-test aperti al pubblico ed alle Tv.

    “Niente è più rigido delle regole attuali. Vorrei avere un paio di opportunità in più durante l’anno”, ha dichiarato il team principal italiano alla Gazzetta. La Ferrari ha portato in pista a Spa degli scarichi ricoperti di particolare materiale termoisolante che pare siano in grado di dare circa 12 Kw in più di potenza. Ma può fare poco altro. Eppure, le vittorie stanno a zero mentre la Red Bull ne ha già collezionate 3. “La Red Bull ha approfittato delle occasioni che ha avuto quindi dobbiamo prendere spunto da loro – ha dichiarato a crash.net – Sappiamo che le Mercedes sono costanti e coerenti obbligandoci a preoccuparci delle nostre prestazioni ma la F1 è fatta anche di uomini e strategie per cui, mantenendoci tranquilli, dobbiamo puntare a fare il meglio possibile per cogliere ogni opportunità”.

    Twitter: @pierimanuel