F1 2014, incredibile FIA: punti doppi nell’ultima gara! Ok anche ai numeri fissi stile MotoGP

Il primo atto del secondo mandato di Jean Todt alla guida della FIA lascia perplessi: sulla spinta dello Strategy Group della Formula 1 è stata ufficializzata una nuova regola per il 2014: i punti in palio nell'ultimo Gran Premio del prossimo anno varranno doppio!

da , il

    fia regole f1 2014 punti doppi numeri fissi

    Il fine è nobile. Il mezzo… imbarazzante. Il primo atto del secondo mandato di Jean Todt alla guida della FIA lascia perplessi: sulla spinta dello Strategy Group della Formula 1 (un insieme di cervelli presi dal Circus stesso che pensa soprattutto a come rendere la F1 sempre più spettacolare e sempre meno disciplina sportiva), è stata ufficializzata una nuova regola per il 2014 che ha del clamoroso: i punti in palio nell’ultimo Gran Premio del prossimo anno, quello di Abu Dhabi, varranno doppio! Così si spera di tenere aperta la lotta per il titolo mondiale più a lungo. Ecclestone aveva proposto di far pesare di più in classifica i circuiti storici come Montecarlo, Silvertone, Spa e Monza. La cosa aveva un senso. Così sa molto di pagliacciata. Lasciatecelo dire.

    F1 2014: punti doppi per tutti nell’ultimo GP di Abu Dhabi

    Il drammatico calo di interesse che ha coinvolto la Formula 1 dopo l’anticipata vittoria di Sebastian Vettel ha portato il governo di questo sport a pensarne un’altra. I punti erogati ai primi dieci classificati del Gran Premio di Abu Dhabi valgono doppio. E’ ufficiale. Si passa, quindi, dall’ormai abituale 25-18-15-12-10-8-6-4-2-1 al ben più ricco 50-36-30-24-20-16-12-8-4-2. Mah! Francamente non riesco a capacitarmi di come la Federazione Internazionale dell’Automobile non si sia resa conto che si tratta di una boiata pazzesca. Siamo di fronte ad una vera buffonata che mina ulteriormente la credibilità di questo sport. Per nostra fortuna, abbiamo 11 mesi ancora per farcene una ragione! Quando arriveremo sul circuito di Yas Marina, forse, ci sembrerà a quel punto tutto normale.

    Numeri fissi come in MotoGP anche per la Formula 1

    Ecco una decisione del Consiglio Mondiale che può avere senso: numeri fissi in Formula 1 per i piloti così come avviene in MotoGP e in Nascar. Anche qui il fine è quello di migliorare ulteriormente il ritorno economico dallo sfruttamento dei diritti d’immagine. “Mi piace l’idea – ha dichiarato Todt all’Equipe – solo il campione del mondo cambierà numero ed avrà l’1. Gli altri sono liberi di tenersi quello che preferiscono. Vorrei anche che fossero più visibili dalla televisione. Potrebbero metterli sul casco…”, ha aggiunto. Come il presidente della FIA ha sottolineato, il campione del mondo sarà obbligato a “vestire” il numero 1. E’ questa l’unica differenza con la MotoGP. Gli altri potranno scegliersene uno liberamente da 2 a 99. Ovviamente, nel caso in cui due piloti vogliano lo stesso numero, il diritto di sfoggiarlo spetta a chi si è classificato più in alto l’anno precedente.